Zaia: «Per una volta l’Europa sia unita

Zaia: «Per una volta l’Europa sia unita

BRUXELLES, LE REAZIONI DELLA POLITICA

Zaia: Per una volta l’Europa sia unita
creiamo una sola forza antiterrorismo

L’assessore Donazzan: Parliamone a scuola. Tosi: Nelle nostre citt vivono impuniti delinquenti di ogni risma

VENEZIA L’Europa sia almeno per una volta unita e crei immediatamente una forza speciale antiterrorismo comune. Senza trascendere i fondamenti della nostra civilt la risposta non pu che essere tolleranza zero. Con queste parole il presidente del Veneto Luca Zaia commenta i tragici fatti accaduti a Bruxelles. La situazione sotto gli occhi di tutti – conclude – e per affrontarla occorre anche, in tutta Europa, la certezza della pena e la galera senza se e senza ma, perch esempi di persone a piede libero quando avrebbero dovuto essere in carcere ne sono emersi parecchi anche fuori dall’Italia.

Dopo la strage di Parigi, ora gli attacchi di Bruxelles. Sottovalutata la portata della minaccia terroristica. Il terrorismo islamico continua ad attaccare al cuore l’Europa, nelle sue capitali simbolo. Credo che la minaccia del terrorismo islamico sia stata sottovalutata troppo a lungo. quando dichiara invece l’assessore all’Istruzione e alla Formazione del Veneto, Elena Donazzan, che riprende in mano la lettera inviata nel gennaio dello scorso anno ai dirigenti e agli insegnanti degli istituti scolastici del Veneto, dopo la strage nella redazione di “Chiarlie Hebdo”. Parliamone soprattutto a scuola, dove si stanno formando gli europei di oggi e di domani – scriveva allora l’assessore veneto – perch dalla scuola che dobbiamo partire per difendere i cardini della nostra civilt: libert, fraternit, uguaglianza, rispetto della vita umana, condanna di ogni violenza e di ogni integralismo.

Dura anche la presa di posizione de i sindaci. Quello di Verona Flavio Tosi: L’Isis semina morte e terrore: l’odierna strage di Bruxelles amplifica l’incubo. Nelle nostre citt vivono impuniti delinquenti di ogni risma. Lo Stato italiano, per tutta risposta, pensa a processare per `terrorismo un gruppetto di scriteriati che con una ruspa cingolata dotata di un cannoncino pericoloso poco pi di un giocattolo si apprestavano, secondo l’accusa, `a occupare piazza San Marco, diretti a costringere i poteri pubblici ad acconsentire all’indipendenza del Veneto e di altre regioni.

Per il sindaco di Padova Massimo Bitonci siamo di fronte ad un’ennesima strage che colpisce il Belgio e l’Europa intera. Siamo vittime di una barbarie senza fine che potrebbe colpire qualsiasi nazione e che continua a uccidere cittadini inermi – continua -. Diventa sempre pi necessaria una politica di difesa che garantisca il diritto di vivere. L’Europa deve dotarsi di un tavolo di coordinamento sulla sicurezza – aggiunge – Non pu pensare di delegare tutto alla Nato e agli Stati Uniti.