Vigili del fuoco, assunzioni e nuova sede. Usb attacca, Verona …

Vigili del fuoco, assunzioni e nuova sede. Usb attacca, Verona …

Non c’è stato il confronto pubblico, ma la visita del sottosegretario all’interno Gianpiero Bocci è stata comunque utile per alcuni annunci che i vigili del fuoco di Verona attendevano dopo un’agitazione durata quasi un’anno. “Verona avrà più sedi e più personale per i vigili del fuoco – ha commentato soddisfatto il deputato veronese del PD Vincenzo D’Arienzo – Sono stati destinati a Verona 16 nuovi vigili del fuoco, sarà realizzato il nuovo comando provinciale in via Apollo e sarà istituito un nuovo distaccamento in zona Borgo Venezia”.

Di tutt’altro tenore è il commento del sindacato veneto Usb dei vigili del fuoco. La visita del sottosegretario Bocci di ieri, 23 febbraio, è stata definita una parata carnevalesca da cui il sindacato si dissocia. “Le conquiste sindacali sanno di propaganda a favore di taluni soggetti politici e dei vertici stessi della nostra amministrazione – si legge in una nota inviata da Usb – A Verona arriveranno 16 nuovi vigili del fuoco su una ripartizione nazionale di 400 unità, ma per aprire un nuovo distaccamento permanente servono almeno 28 unità tra vigili e capisquadra. Inoltre, la sede di Bardolino avrà finalmente l’imbarcazione antincendio, ma grazie all’interessamento dei politici locali e le nostre continue denunceC’è poco da festeggiare – conclude l’Usb – e molto ancora c’è da lavorare e da fare, con impegno, serietà e coerenza, senza proclami carnevaleschi ed elogi reciproci privi di qualsiasi fondamento”.

In totale disaccordo con le parole dell’Usb è Verona Sicura, il gruppo che riunisce le organizzazioni sindacali veronesi che da 10 mesi stanno lavorando per migliorare le condizioni dei pompieri scaligeri. “L’Usb non ha partecipato alla vertenza o ad altri incontri – ha detto il portavoce Luca Cipriani -. In questi mesi di lavoro, al quale hanno partecipato altri 7 parlamentari oltre a D’Arienzo, di diversi partiti e movimenti, siamo riusciti ad ottenere 7 milioni di euro, 32 assunzioni divise in due scaglioni, nuovi mezzi per la colonna mobile e due nuove sedi. Per i tempi che corrono ci sembra invece un ottimo risultato”. 
Cipriani poi prosegue scendendo nel dettaglio: “Le assunzioni arriveranno da due concorsi da 400 persone, bisogna solo dargli il tempo di finire l’addestramento. Abbiamo ottenuto una sede a San Michele Extra che è importantissima per raggiungere la zona est e un’escavatore, un bilico e un’autoscala tridimensionale che stiamo aspettando. Senza contare che avremo anche la nuova sede della Genovesa al posto di quella di via Polveriera Vecchia. Non condividiamo quindi le parole di Usb, anzi, ringraziamo il sottosegretario per la sua professionalità: ad aprile verrà anche a farci visita per l’anniversario della nascita di Verona Sicura, occasione in cui terrà un convegno su questi argomenti. Li chi avrà delle rivendicazioni o delle proteste da esporre potrà farlo, avviando così un dialogo”.