Verona Sud al centro del botta e risposta tra maggioranza e …

Verona Sud al centro del botta e risposta tra maggioranza e …

L’assessore Caleffi parla di Verona Sud come se le linee di sviluppo di questo territorio risalissero alla notte dei tempi, squalificando così la funzione stessa dell’urbanistica. Ma se oggi non prendiamo più come riferimento il Pat degli anni Settanta è perché esso prevedeva l’obbiettivo irrealistico di una città di 400 mila abitanti. Se invece vogliamo parlare del Pat di Zanotto dobbiamo avere la correttezza di citare anche il Polo culturale, il Polo finanziario, il Central Park all’ex scalo merci, la linea rossa che limitava l’espansione edilizia, e tutta una serie di altre progettualità che, pur in un quadro di forte commercializzazione, fornivano maggiore qualità allo sviluppo previsto.
La scelta dell’amministrazione Tosi, in un quadro socio-economico ulteriormente cambiato, è stata di azzerare questi elementi di qualità per fare unicamente cassa col territorio: non è stato Zanotto a moltiplicare da 15 mila e 40 mila metri quadri le superfici commerciali ammesse alle Ex Cartiere e alle ex Officine Adige o a mettere Esselunga davanti alla Fiera, affondare il Polo finanziario o soffocare il Polo culturale.
Con Tosi è sparito dall’orizzonte il tema della ricucitura dei quartieri Sud con la Zai storica mentre si ignorano criticità enormi come il polo della logistica in via Mezzacampagna che continua a crescere spontaneamente e disordinatamente. Sul verde procapite a Verona Sud chiederemo i dati così capiremo quanto verde privato è stato conteggiato.

La polemica sulla situazione di Verona Sud quindi prosegue, con la risposta di Michele Bertucco e Luigi Ugoli, consiglieri comunali del PD, all’assessore all’urbanistica e all’edilizia privata Gian Arnaldo Caleffi, che replicava alla contestazioni mosse in precedenza dagli stessi Democratici e dal Movimento 5 Stelle
Per Caleffi infatti l’area desinata ad uso commerciale è la stessa approvata dall’amministrazione Zanotto e poi confermata dalla prima amministrazione Tosi con alcune modifiche.