Verona partecipa alla sfida europea tra i ciclisti urbani

Verona partecipa alla sfida europea tra i ciclisti urbani

La città di Verona parteciperà dall’1 al 31 maggio all’European Cycling Challenge – ECC2016, una sfida fra squadre di ciclisti urbani alla quale aderiranno circa 50 città in Europa. L’iniziativa è stata presentata oggi dall’Assessore all’Ambiente Enrico Toffali insieme al rappresentante di Fiab Verona Luciano Zamperini. Le città partecipanti si sfideranno a suon di km grazie alle proprie squadre di ciclisti urbani che, attraverso i loro spostamenti in bici, raccoglieranno chilometri e contribuiranno al monte di km totali della propria città. “Verona aderisce per la prima volta e con entusiasmo a questa iniziativa – ha detto Toffali – certamente un mezzo efficace e innovativo per orientare ulteriormente la popolazione al ricorso alla mobilità sostenibile. L’iscrizione è molto semplice e prevede l’utilizzo di una App sul proprio smartphone, il che renderà il tutto ancora più intuitivo, soprattutto per i più giovani, che vogliamo sensibilizzare a partecipare numerosi per far avanzare Verona nella classifica finale. Tutti coloro che vivono o si spostano all’interno del comune di Verona possono iscriversi e tenere traccia dei propri movimenti in bicicletta tramite la App gratuita per smartphone Cycling365. Per chi non fosse dotato di smartphone o di GPS, è prevista anche la possibilità di inserire manualmente sul proprio profilo sul sito www.cyclingchallenge.eu/it gli spostamenti effettuati.

“I dati sui movimenti effettuati dai ciclisti partecipanti che, tengo a precisare, saranno raccolti dall’Amministrazione in forma aggregata e anonima, avranno anche un prezioso valore tecnico – ha aggiunto Toffali – poiché permetteranno di definire un quadro dei percorsi maggiormente utilizzati dai ciclisti, utile ai fini della pianificazione di misure a sostegno della mobilità. Per la partecipazione ad ECC 2016 si può utilizzare qualunque tipo di bicicletta: propria o a noleggio, le bici del servizio di bike sharing, bici elettriche a pedalata assistita, cargo bike. Al termine della sfida le due classifiche ufficiali “Classifica Principale” (km totali percorsi da ogni squadra) e “Città più Ciclabile” (km ogni 1.000 abitanti) sanciranno le città vincitrici. L’European Cycling Challenge sarà occasione di un’ulteriore sfida interna tra aziende e scuole. Grazie all’intervento del Mobility Manager del Comune di Verona, sono stati coinvolti anche i Mobility Manager di altre aziende ed Enti cittadini, che hanno aderito alla sfida europea: al momento risultano iscritte l’Università degli Studi di Verona, le Ferrovie dello Stato, Arca Vita e AGSM.

Gli Istituti scolastici superiori, invece, utilizzeranno la App messa a disposizione nell’ambito dell’ECC 2016 anche per il Campionato scolastico della ciclabilità, giunto quest’anno alla quarta edizione e che vuole avvicinare i ragazzi all’utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano nel percorso casa-scuola. Gli istituti che partecipano a questa edizione del campionato sono: “Maffei”, “Montanari”, “Fracastoro”, “Giorgi”, “Copernico-Pasoli”, “Galilei” e “Messedaglia”. La European Cycling Challenge è nata alcuni anni fa nell’ambito del progetto europeo CIVITAS Mimosa. Dopo una prima sperimentazione a livello locale l’iniziativa è stata estesa a livello europeo. Nel 2015 le città iscritte all’ECC sono state 39, per un totale di 46.000 ciclisti partecipanti. Per maggiori informazioni sull’European Cycling Challenge e per iscriversi alla sfida, è possibile consultare il sito ufficiale www.cyclingchallenge.eu/it