Verona Garda Bike. Presentati i nuovi progetti tra cui un percorso di …

Verona Garda Bike. Presentati i nuovi progetti tra cui un percorso di …

La rete d’impresa Verona Garda Bike ingrana la marcia e per il prossimo triennio presenta nuovi progetti per la provincia veronese che si affaccia sul lago di Garda con particolare attenzione alle bici a pedalata assistita, alla mappatura dei tracciati ciclo turistici e alla promozione della mobilità sostenibile su due ruote.

Presentato il nuovo gruppo di 9 imprenditori che hanno scelto di unirsi per fare rete e collaborare. Europlan S.p.A., Bellatrix S.r .l., Lamacart S.p.A. con il Museo Nicolis, Turri Fratelli S.r.l., Masi, Gardaland, Parco Natura Viva, Parco Giardino Sigurtà e Parco Acquatico Cavour sono i 9 soci che hanno raccolto la sfida, in coordinamento con gli enti territoriali quali Consorzio Veneto, Navigarda, Funivia Malcesine-Monte Baldo e si sono uniti in un progetto imprenditoriale trasversale allo scopo di incoraggiare la mobilità intelligente dei turisti sul nostro territorio.

L’obiettivo è quello di promuovere l’andare in bicicletta nella zona del basso lago di Garda veronese e ampliare l’offerta turistica, sia per i concittadini, che per i turisti stranieri in visita nel nostro territorio, che vogliono scoprire la cultura, la storia, le peculiarità enogastronomiche, le bellezze e il divertimento proposti dal nostro territorio in sella ad una bicicletta.

“Verona Garda Bike, nata nel 2012 con un programma articolato in 3 anni, rinnova il suo impegno coinvolgendo nuove imprese – spiega Silvia Nicolis, vice presidente di Verona Garda Bike – la rete si pone nuovi ambiziosi obiettivi per promuovere i percorsi ciclabili sul territorio veronese e una particolare attenzione alla bici a pedalata assistita, che rappresentano un nuovo mezzo per fare cultura attraverso il turismo e lo sport”.

Sono 3 i nuovi progetti per il triennio 2016/2019: la redazione di una nuova cartina con gli itinerari ciclabili e una app tematica che consente attraverso la geolocalizzazione di ricevere informazioni sui punti di interesse presenti sui percorsi ciclo-turistici; l’implementazione del sito web con nuovi contenuti e info sul tema dell’andare in bicicletta nella provincia veronese; la realizzazione di un particolare percorso dedicato alle e-bike (bici a pedalata assistita) denominato Celeste Bianchi-Terre del Garda.

In particolare, il percorso si snoda per 98 chilometri attraversando tutto il territorio del basso lago di Garda veronese e tocca tutti i luoghi dove i 9 soci possono accogliere i cicloturisti. Il percorso è diviso in 3 anelli più piccoli e più corti che dividono il territorio in nord, centro e sud. Il tour, che non presenta particolari dislivelli e può essere percorso frazionato in più giorni, parte dalle sponde del lago da Garda e Bardolino e si estende nell’entroterra verso Albarè, Rivoli ed Affi per poi scendere passando da Lazise e Cavaion; da qui il tracciato si collega con la città di Bussolengo, per giungere a Sommacampagna, Villafranca, Valeggio sul Mincio e tornare sulla sponda del lago nei comuni di Peschiera e Castelnuovo del Garda. Il tracciato, è riconoscibile sulla mappa di Verona Garda Bike, in distribuzione gratuita nel territorio.

Del tutto innovativo è il fatto che in ogni area del tracciato Celeste Bianchi sarà allestita una colonnina per la ricarica della batteria della bici. A seguito dell’installazione delle colonne, mentre il motore si ricarica, il turista avrà la possibilità di fare una sosta per riposare e godere delle bellezze del territorio, presso le aziende aderenti alla rete che offriranno questo servizio.