Veneto, turismo da record nel 2016 – Venezia Today

Veneto, turismo da record nel 2016 – Venezia Today

Un anno da record, il 2016, per il turismo nel Veneto, grazie agli stranieri e al ritorno degli italiani. Emergono risultati positivi sia su base territoriale che per comprensori turistici: nel 2016 in tutte le province venete  c’è stato un aumento sia di arrivi che di presenze rispetto all’anno precedente e particolarmente rilevanti sono stati gli aumenti di presenze a Verona (+9,1%), Treviso (+5,2%) e Padova (+4,4%). In positivo anche Venezia, con 8.798.677 arrivi e oltre 34 milioni di presente nel territorio, sebbene la crescita si assesti “solo” al +1,7%.

Meno bene il comprensorio balneare veneziano (-0,7% arrivi e -0,6% presenze), che rimane pur sempre il primo per quanto concerne le presenze complessive (circa 24,5 milioni) e che conferma il gradimento straniero (i turisti d’oltralpe sono in crescita, in particolare i tedeschi +3,7%), mentre continua a soffrire il mercato interno, con una diminuzione della clientela italiana che paga maggiormente gli effetti della crisi economica e il conseguente accorciamento dei periodi di vacanza delle famiglie.

“Di fronte a questi dati straordinari mi sento di gioire con compostezza e responsabilità, – ha commentato l’assessore regionale Federico Caner, – ben sapendo che quando si parla di turismo si parla di una delle attività umane tra le più sensibili e mutevoli. Sicuramente dobbiamo continuare su questa strada, fatta di studio, di innovazione e di lavoro. Ma anche di valorizzazione e di proposta di mete meno conosciute e di forme di ospitalità e di offerta nuove, capaci, ad esempio di collegare il turismo all’agricoltura, uno sposalizio che io considero vincente per i prossimi anni”.

Mai tanti ospiti sono giunti in Veneto come nel 2016. “Quasi 18 milioni di arrivi (17.856.567, +3.5% rispetto al 2015) per un totale di oltre 65 milioni di presenze (65.329.328, +3,4% rispetto al 2015). Entrambe le cifre costituiscono un record storico assoluto. Il primato degli arrivi è dato da un incremento sia dei turisti stranieri che di quelli italiani; quello delle presenze, invece, è relativo ai soli stranieri. Per il secondo anno consecutivo, però, i numeri evidenziano un nuovo crescente interesse da parte della clientela italiana, che segna +4,7% di arrivi e +1,8% di presenze”.