Turisti a numero chiuso? È una ipotesi per la Casa di Giulietta

Turisti a numero chiuso? È una ipotesi per la Casa di Giulietta

Una Ztl per i turisti? Non per l’intero centro storico, ma è un’ipotesi che si potrebbe valutare in futuro per alcuni monumenti specifici, come la Casa di Giulietta. Parola di Marco Ambrosini, assessore al Turismo, nei giorni in cui alcune tra le più gettonate località turistiche italiane sono tornate a chiedere a gran voce misure per limitare la presenza di visitatori nei periodi di maggior afflusso. Tornelli, sorveglianti, badge elettronici, in modo da ridurre il mordi e fuggi che porta solo spese, fastidi e poco reddito alle città. Ciò vale per Venezia, dove il rapporto tra visitatori e residenti rischia addirittura di diventare conflittuale, ma anche per centri più piccoli come le Cinque Terre in Liguria o l’isola di Capri in Campania.

«A Verona non sono state finora rilevate criticità tali da far pensare alla necessità di introdurre il numero chiuso di turisti», spiega Ambrosini, a margine della Commissione consiliare cultura. (…)