Turismo, Verona cresce del 18% Il 58% è dall’estero

Turismo, Verona cresce del 18% Il 58% è dall’estero

«Nel 2016, rispetto all’anno precedente, il turismo a Verona è cresciuto del 18,34% nelle presenze e del 13,59% negli arrivi. Un incremento che mette la nostra città tra le prime in Italia in ambito turistico, in particolare nel settore extralberghiero». Lo affermano il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore al Turismo Marco Ambrosini che hanno presentato oggi i dati 2016 sui flussi turistici a Verona. Presente l’amministratore delegato di Provincia Verona Turismo Loris Danielli.

 

«Un trend di crescita – sottolinea Tosi – frutto di un sistema Verona che da tempo, con la messa in relazione di tutti i soggetti interessati, opera in maniera coordinata nel sostenere progetti finalizzati al rafforzamento del turismo locale e, con esso, delle attività economiche collegate. Da rilevare l’aumento delle presenze in tutti i siti museali e monumentali cittadini, con particolare riferimento all’anfiteatro Arena che, anche dopo l’aumento del prezzo del biglietto, passato dal 1° gennaio 2015 da 6 a 10 euro con un allineamento ai costi dei maggiori siti europei, presenta oggi una crescita costante nelle presenze, con incremento visitatori dai 764.937 del 2015 agli 812.942 del 2016. Un ulteriore dato d’interesse – dichiara Tosi – è che il turismo a Verona è rappresentato per il 58,67% da turisti stranieri. Un successo di presenze, provenienti per il 9% dal mondo asiatico e per il 14% dall’America in generale, che dimostra non solo il fattivo impegno messo in campo per la promozione dell’immagine della città all’estero ma, anche, l’interesse dimostrato per la nostra città da cittadini provenienti da parti del mondo molto distanti dall’Italia».