Turismo, è boom: Bologna seconda per crescita in città d’arte

Turismo, è boom: Bologna seconda per crescita in città d’arte

Prosegue il boom delle città d’arte in Emilia-Romagna. Nel 2016 gli arrivi dei turisti sono stati 256.000 in più rispetto all’anno precedente (+9,9%), per 664.000 presenze complessive (+13,3%). Continuano a crescere gli stranieri (83.000 arrivi e 260.000 presenze in più), ma rispetto alla stagione precedente tornano ad aumentare anche i turisti italiani, con un +10,9% sugli arrivi e un +13,7% sulle presenze. L’aumento degli italiani è a doppia cifra a Bologna, Ferrara, Reggio, Modena e Piacenza, mentre per quanto riguarda gli stranieri Modena ha avuto una crescita addirittura superiore al capoluogo regionale: +22,9% contro il +19% di Bologna.

Ma la città delle Due Torri è l’unica della regione dove ormai il numero di turisti stranieri è pari a quello degli italiani (viene dall’estero il 49,9% dei turisti). Bologna “è la seconda città italiana per crescita, dopo Verona e prima di Matera”, spiega Alessandro Tortelli, direttore del Centro Studi turistici, presentando oggi in Regione l’edizione numero 21 della Borsa del turismo delle 100 città d’arte d’Italia.

Per il direttore regionale di Confesercenti, Stefano Bollettinari, ci sono margini per crescere ancora. “Ci sono ulteriori potenzialità. Bisogna continuare ad investire sulla promozione e la commercializzazione”, sottolinea. Per Filippo Donati, presidente di Asshotel, il caso di Bologna “è la dimostrazione che se si migliora la possibilità di arrivare il turismo aumenta. Ci sarà un ulteriore enorme aumento quando partirà il People mover, perché Bologna sta diventando l’aeroporto di Firenze”.