Settembre rock Ligabue «sogna» ancora l’Arena – Musica – L’Arena

Settembre rock Ligabue «sogna» ancora l’Arena – Musica – L’Arena

Pazza l’idea di una nuova serie di concerti in Arena. Mentre Ligabue è a riposo a causa di un edema alle corde vocali, non si ferma il complesso apparato di promoter e organizzatori che per settembre sta approntando, se tutto dovesse andare in porto, una nuova «residenza» all’anfiteatro veronese.

I «rumors» dicono che le serate del «Liga» in Arena sarebbero addirittura quindici, quattro in più rispetto alle «10 + 1» di Zucchero dello scorso settembre.

I concerti del rocker di Correggio dovrebbero trovare posto tra gli appuntamenti di «Notre Dame de Paris» (c’è l’ipotesi di due-tre date ai primi di settembre) e i tre show di Elisa già fissati per il 12, 13 e 15. A Luciano rimarrebbero (si fa per dire…) i giorni dal 4 all’11 e dal 16 alla fine di settembre, quando in Arena si sposteranno le «macchine del ghiaccio» per preparare il fondo di Intimissimi On Ice, in programma ai primi di ottobre. Facile prevedere il tutto esaurito per le eventuali serate in Arena, fossero 10 o 15. Impossibile dimenticare il successo delle sue precedenti «residenze» a Verona: le «…Sette Notti in Arena, orchestra e R’n’r!» del 25-30 settembre e 1-4 ottobre 2008; seguite da «Ligabue in Arena 2009», 19-30 settembre e poi 2-4 ottobre 2009.

 

IL TOUR RINVIATO. Intanto il «Liga» deve restare… ai box e rinviare il debutto del tour Made in Italy – Palasport, inizialmente previsto per ieri al Palalottomatica di Roma.

La nuova «prima» è fissata per il 14 febbraio ad Acireale.

Sui suoi social, è stato lo stesso cantautore-regista-scrittore a spiegare il motivo del momentaneo stop. «Purtroppo non ho buone notizie», ha scritto Luciano. «L’altro giorno il concerto a Jesolo non è saltato tanto per l’influenza, quanto per il fatto che proprio non avevo voce. Allora mi sono fatto controllare e purtroppo mi hanno ritrovato un edema alle corde vocali. Il che vuol dire che non solo adesso non sono nella condizione di controllare la voce, quindi proprio non riesco a cantare, ma che soprattutto mi dicono che devo assolutamente tenere la voce a riposo perché corro il rischio di creare dei danni maggiori alle corde vocali e in vista delle cinquanta, sessanta date che abbiamo comunque da fare, quello può essere devastante. Per cui mi costringono a un periodo di riposo di dieci giorni… Ovviamente vi potete immaginare il mio stato d’animo, la mia frustrazione. Io attendevo con ansia l’inizio di questo tour; non vedevo l’ora di cominciare al PalaLottomatica proprio l’esecuzione dal vivo di un album a cui tengo così tanto e di uno spettacolo che credo vi piacerà… Ci vediamo ad Acireale con la prima e poi via via con tutte le altre».

E a settembre, chissà, ci troveremo magari in Arena.