Sanità a Bussolengo. Divisioni sul futuro dell’ospedale Orlandi e dell …

Sanità a Bussolengo. Divisioni sul futuro dell’ospedale Orlandi e dell …

Si sono formati diversi fronti a Bussolengo sulle temi che riguardano la sanità. Gli argomenti sono il salvataggio dell’ospedale Orlandi, che rischia un profondo ridimensionamento, e la riforma delle Ulss, con la Regione che ne ha prevista una sola per la provincia di Verona mentre le opposizioni chiedono che sia prevista una seconda Ulss specifica per la zona lago con sede a Bussolengo.

Sull’ospedale non c’è un fronte unico, con il Comitato per la salvaguardia dell’Orlandi in netto contrasto con la strada intrapresa dal sindaco di Bussolengo Boscaini e dalla Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 22. Dopo aver espresso la contrarietà all’ipotesi di trasformazione della struttura in un ospedale turistico, la presidente del comitato Adriana Frost Meneghini ha attaccato il direttore generale dell’Ulss 22 Pietro Girardi: “Ci chiediamo come sia possibile che il dottor Girardi possa esprimere perplessità sull’ospedale a due gambe Bussolengo-Villafranca. Nel Veneto abbiamo già esempi di poli ospedalieri su due gambe che funzionano senza problemi.‎ La scheda ospedaliera tutt’ora vigente ed approvata poco più di due anni fa prevede a Bussolengo 106 posti letto, 91 per acuti (Cardiologia, Gastroenterologia, Medicina, Nefrologia, Neurologia, Pneumologia, Psichiatria e Chirurgia in Week Surgery), 15 sono riabilitativi (lungodegenti), ai quali vanno aggiunti il Centro Trasfusionale, il Laboratorio Analisi e la Dialisi Assistita H-24, nonché il Pronto soccorso con posti ‎letto tecnici di osservazione breve intensiva. Perché rinunciare a tutto questo per un ospedaletto turistico-riabilitativo?”.

Anche sulla Ulss ci sono contrapposizioni, ma almeno su questo tema Bussolengo non l’unica. Anche in altri Comuni dell’Ulss 22 l’idea del consigliere regionale tosiano Andrea Bassi di creare una Ulss Gardesana non è stata accolta. Bassi però se l’è presa con il sindaco di Bussolengo: “Boscaini come sempre dice una cosa e, solo una settimana dopo, annuncia l’esatto contrario: ormai ci siamo abituati e non ci stupiamo nemmeno più. Prima si è dichiarata d’accordo affermando che la mia idea era ottima. Dopo in Consiglio comunale ha bocciato la mozione che ‎sosteneva questa proposta”. In realtà il sindaco Boscaini quando disse che l’idea della Ulss Gardesana era ottima aggiunse anche che era arrivata fuori tempo massimo.