Quattrocento anni di pittura veneziana a Pechino

Quattrocento anni di pittura veneziana a Pechino

PECHINO – È stata inaugurata ufficialmente a Pechino in piazza Tienanmen la mostra Gloria di luce e di colore. Quattro secoli di pittura a Venezia. L’esposizione nasce con il proposito i dare lucida dimostrazione degli accennati caratteri di straordinaria unicità della pittura prodotta a Venezia fra Quattrocento e Settecento. Le opere, illustrate in sequenza cronologica, attraverso il loro legame con i diversi momenti storici, culturali, stilistici e di gusto via via attraversati, restituiscono dunque le caratteristiche basilari e costanti della pittura a Venezia.  

Settantasette i dipinti esposti per un racconto che si dipana a partire dal primo Rinascimento con i suoi valori peculiari, ovvero la riscoperta dell’Antico, la realtà dell’uomo e della natura, la poesia del paesaggio, con capolavori di Mantegna, Alvise Vivarini, Gentile Bellini, Giovanni Bellini, Cima da Conegliano, Carpaccio.  Si prosegue con il grande Cinquecento con le seduzioni del colore ‘tonale’ tutto e solo veneziano, ma anche con intima introspezione psicologica. In questa sezione trovano spazio i capolavori di Giorgione, Tiziano, Savoldo, Lorenzo Lotto. Mentre il momento di gloria politica e d’immagine della Serenissima viene celebrato attraverso i lavori di Veronese, Tintoretto, Jacopo Bassano. Sebastiano Ricci, Rosalba Carriera, Giambattista Piazzetta e Giambattista Tiepolo testimoniano il passaggio all’età del Barocco e del Rococò, con irresistibili seduzioni di colore e luce  e con le messe in scena del grande Tiepolo. Infine la stagione della “veduta” dominata idalla maestria scientifica di Canaletto e dall’estro poetico di Francesco Guardi. 

Tutti i dipinti sono stati quindi selezionati col metro dell’alta qualità pittorica e propongono ciascuno valori in sé significanti su diversi e spesso polivalenti piani. 

La mostra, che rimarrà al Museo Nazionale Cinese fino a ottobre 2016, è il terzo appuntamento per la promozione in Cina del patrimonio artistico italiano, dopo le mostre “Renaissance in Florence. Masterpieces and protagonists” del 2012 e “Rome 17h Century: towards Baroque” inaugurata nel 2014. “Gloria di luce e colore. Quattrocento anni di pittura a Venezia” è stata realizzata all’interno degli accordi del memorandum d’intesa siglato nel 2010 sul partenariato per la promozione del patrimonio culturale tra il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo italiano e la State Adminstration of Cultural Heritage cinese. Negli scorsi anni, in Italia, sono state allestite le mostre “La Cina arcaica”, tra il 2013 e il 2014, “Le leggendarie tombe di Mawangdui” tra il 2014 e il 2015, e “Tesori della Cina imperiale”, tra il 2015 e il 2016.