Profughi. Verona ai Veronesi lancia la manifestazione per le vie di …

Profughi. Verona ai Veronesi lancia la manifestazione per le vie di …

Dopo il presidio scattato in seguito alla protesta di alcuni profughi messa in atto nella tarda mattinata di martedì, il comitato Verona ai Veronesi lancia una manifestazione per lunedì 9 gennaio, con ritrovo alle 20.30 a Porta Vescovo. L’associazione ha diffuso così la notizia tramite la propria pagina Facebook.

A seguito dei disordini avvenuti nella tarda mattinata di Martedì 3 Gennaio a Veronetta, dove un gruppo di migranti residenti nell’ostello Santa Chiara ha dato vita a una protesta con tanto di blocco del traffico e di calci alle auto parcheggiate, il comitato apartitico Verona ai Veronesi, attraverso il proprio portavoce Alessandro Rancani, dichiara: “Ciò che è accaduto in Via Santa Chiara, così come ciò che si è verificato in Lungadige Pasetto circa un mese fa, attesta come la politica dell’accoglienza indiscriminata stia facendo acqua da tutte le parti. La mala gestione emerge dalle continue proteste dei cosiddetti ‘profughi’ che, certi dell’impunità spesso loro garantita e forse troppo dimentichi dello stato di emergenza dal quale dicono di essere fuggiti, si sentono liberi di dare sfogo alle proprie lamentele sul sovraffollamento delle strutture o sul cibo ritenuto scadente o scaduto, ai danni dell’incolpevole comunità, già pesantemente gravata e oltremodo infastidita dai costi economici e socialiche questa ‘emergenza’ sta comportando”.

“Ad ulteriore testimonianza del fallimento di questa politica – continua Rancani -, c’è l’atteggiamento ipocrita delle cooperative, così tanto attente a non farsi sfuggire il denaroso premio derivante dalla vincita dei vari bandi per l’accoglienza, e così tanto distratte nella cura e nella dieta dei loro poveri assistiti, stipati in accordo con la Prefettura per ‘motivazioni emergenziali’ anche in strutture inadatte al loro contenimento e abbandonati a sé stessi e spesso ai loro business illeciti fuori dai cancelli”.

“Il comitato ‘Verona ai Veronesi’ – conclude Rancani – pochissime ore dopo la pubblicazione della notizia della protesta dei migranti, intorno alle 14, era presente in Via Santa Chiara per sostenere la protesta spontanea dei cittadini di Veronetta, zona della città lasciata in mano alla quotidiana delinquenza e in un imbarazzante stato di abbandono. Nella serata di lunedì 9 Gennaio torneremo in strada per le vie del quartiere per ribadire che l’unica soluzione possibile è quella di mettere la parola ‘fine’ al business dell’accoglienza, ovvero ad una speculazione economica che sta creando ricchezza per pochi furbetti e costi e disagi per tutta la cittadinanza”.

Dopo le reazioni della politica, tra cui quella del sindaco Flavio Tosi, ecco quindi una nuova manifestazione che intende protestare contro il presunto business dell’accoglienza e contro l’immigrazione incontrollata.