Primarie PD. Damiano Fermo punta su innovazione, cultura e …

Primarie PD. Damiano Fermo punta su innovazione, cultura e …

Il Partito Democratico di Verona ha lanciato ufficialmente le primarie per la scelta del candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative. Primarie a tre con Orietta Salemi, Gustavo Franchetto e Damiano Fermo.

Proprio Damiano Fermo si è detto sicuro di vincere, ma spera che una volta scelto il candidato, chiunque esso sia, il PD possa lavorare unito per sostenerlo e vincere le amministrative. “Le primarie sono uno strumento per confrontarsi su idee, contaminarsi e individuare nuove proposte – ha detto Fermo – I vari dirigenti e parlamentari che le usano per contarsi internamente e dividersi il recinto stanno facendo un altro gioco”.

Passando dal contesto del partito a quello della città, Fermo riconosce che Tosi abbia governato la città in sintonia con una parte della città. “Noi abbiamo il dovere di parlare a quella parte di concittadini per proporgli una valida alternativa che comprenda i loro disagi e gli proponga delle nuove soluzioni”, ha detto Fermo, che però mette in luce anche la colpa principale dell’amministrazione Tosi: “L’aver messo nei posti di potere persone non adeguate​ a ricoprire quelle sfide e quelle responsabilità”.

L’esperienza da consigliere comunale è servita al 35enne candidato delle primarie per capire cosa cosa non va e cosa cambiare all’interno del Comune. “Di straordinaria importanza sarà motivare i lavoratori comunali, riconoscendo il ​merito di chi lavora per un bene comune e superiore, contro chi interpreta il pubblico come un parcheggio – è il Fermo pensiero – È ora di mettere le ​persone giuste ​al posto giusto”.

Tre le parole d’ordine del programma di Damiano Fermo: innovazione, cultura e sicurezza. “Per creare lavoro qualificato per le prossime generazioni dobbiamo far incontrare impresa veronese storica e centri di ricerca e incubatori. Più l’innovazione entra nelle fabbriche, più lavoro stabile e sostenibile creeremo – ha spiegato il candidato – Dobbiamo sfruttare al meglio il capitale storico, paesaggistico, artistico che abbiamo avuto in regalo e promuoverlo con strategia nel mondo, portando turismo qualificato che viva Verona e triplichi la ricchezza creata. Infine la sicurezza per proteggere i nostri cittadini da crimine, ma anche incidenti stradali ed eventi naturali”.

A sostegno di Damiano Fermo è stato creato un evento che ha come titolo Grande Verona. Si terrà il 15 marzo alle 21 in sala Lodi. “È un primo momento di confronto tra 8 diversi tavoli tematici, aperto a tutti i cittadini – ha concluso Fermo – Per raccogliere idee e per raccontare un metodo di partecipazione che vogliamo attuare nella futura amministrazione”.