Presunto jihadista a Verona, indaga l’antiterrorismo

Presunto jihadista a Verona, indaga l’antiterrorismo

La vicenda è tutta da chiarire. Di certo c’è che gli inquirenti che stavano facendo le indagini si sono visti mandare tutto all’aria da Matteo Salvini che sul suo profilo Facebook ha ripostato il commento di un marocchino residente a Verona da anni, con moglie e figli, che avrebbe scritto (il condizionale è d’obbligo perché potrebbe trattarsi di un «fake», un falso) che «gli italiani si meritano il camion sulla folla come a Berlino. Ci vorrebbe uno in ogni piazza. Non hanno rispetto di noi musulmani, non possiamo pregare dove vogliamo, non possiamo avere nostre moschee, questa è verità. Io sono qui da qualche anno e vedo questo. Voglio prendere un camion e fare un bel lavoro contro di loro per amore di Allah».

Sentito dagli inquirenti, il marocchino nega di aver scritto il messaggio incriminato e nega di saper scrivere in italiano.