PD: "Castel San Pietro non è il luogo ideale per il Museo di Storia …

PD: "Castel San Pietro non è il luogo ideale per il Museo di Storia …

Avanzano i lavori di recupero di Castel San Pietro, come verificato dal sindaco Tosi nel sopralluogo insieme al presidente della Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco. Il termine dell’intervento è previsto tra un anno e mezzo e l’intenzione rimane quella di creare a Castel San Pietro un nuovo spazio espositivo del Museo Civico di Storia Naturale. Ed è questo è questo il punto di scontro tra l’amministrazione e il PD.

“Il recupero di Castel San Pietro è una fatto positivo e della massima importanza per la città, tuttavia lo sforzo rischia di venire inficiato dalla scelta infelice di destinarvi il Museo di Storia Naturale che è troppo grande per gli spazi offerti dal castello – ha affermato Michele Bertucco capogruppo comunale PD – In questo modo si rischia di disperdere il grande patrimonio rappresentato da collezioni uniche al mondo, senza poterne sfruttarne a pieno le potenzialità”.

L’appello dei democratici è dunque quello di ripensarci, per riunificare il museo in una sola sede e trovare e per Castel San Pietro una destinazione più consona, almeno per il PD veronese. “Se le previsioni dicono che tra 18 mesi il Museo di Storia Naturale sarà collocato a Castel San Pietro, la buona notizia è che Tosi toglierà il disturbo tra soli 8 mesi, dunque c’è speranza di correggere questo errore madornale che fa lo spezzatino del museo di Storia Naturale senza peraltro risolvere, anzi complicando, la connessa partita dell’Arsenale – spiega il consigliere comunale Elisa La Paglia – Castel San Pietro è il luogo ideale per un museo della città che, con ricostruzioni digitali come sono state fatte per altri siti storici italiani, vedi i Fori Imperiali a Roma, faccia conoscere a veronesi e turisti la storia di questa città”.