Passeggiare con i bastoncini lungo i sentieri: così turismo e …

Passeggiare con i bastoncini lungo i sentieri: così turismo e …

Cammina, cammina che il turismo cresce. Usare le passeggiate con i bastoncini come grimaldello per aumentare il tasso di accoglienza della provincia è il progetto dell’associazione Nordic Walking Alessandria, che ha già varato circuiti sentieristici e altri ne vuole allestire entro l’anno: «Partiamo da sette, così da avere un’offerta completa del territorio» dice Adelio Debenedetti, istruttore di NW nonché animatore del gruppo alessandrino (e anche ristoratore).  

 

L’idea è quella di sfruttare la diffusione a macchia d’olio di questa disciplina, non agonistica ma salutistica, ideata in Scandinavia per l’allenamento estivo degli atleti di sci da fondo. Una pratica arrivata in Italia nel 2003 e che oggi sta conoscendo un «boom»: è aperta a sportivi di ogni età, con attrezzatura minima, basta aver voglia di camminare e imparare a farlo nel modo corretto. 

Di qui l’iniziativa di Debenedetti e dei suoi: «Da un anno circa lavoriamo a un progetto turistico, presentato a ottobre ai nostri colleghi istruttori di tutto il mondo alla Convention INWA all’Università di Verona. È patrocinato dall’Associazione dei paesaggi vitivinicoli Unesco di Langhe, Roero e Monferrato: abbiamo realizzato ad Altavilla un comprensorio sentieristico privato di 72 chilometri già operativo dall’aprile 2016. Nel frattempo abbiamo cercato altre aree che potessero sviluppare una rete di percorsi». L’idea è che i sentieri partano ed arrivino in una struttura ricettiva che possa ospitare i camminatori. In Monferrato ci sono l’agriturismo Cascina Cerola ai Franchini di Altavilla, poi già in provincia di Asti due locali a Viarigi, I Grappoli Divini e la Locanda del Monacone (oltre alla Torre in convenzione con il Comune) e Ma Che Bel Castello di Maranzana; nel Tortonese, a Pozzolo Groppo, la cascina I Carpini e, ultimo aggiunto, Casa Tui; nell’Ovadese, La Rossa di Morsasco. Inoltre ad Alessandria i percorsi sugli argini grazie a La Fornace, azienda agricola che offre escursioni in un bosco didattico di tre ettari. 

 

 

 

La Fermata Resort di Spinetta destinata a diventare l’hub di smistamento
per turisti,
non solo
stranieri

 


 

 

«I comprensori stanno aumentando e stiamo lavorando affinché La Fermata Resort di Spinetta sia l’hub di smistamento per turisti, stranieri e non, che vorranno usufruire della nostra offerta». C’è anche il sito www.anwipiedmontunesco.land, in inglese. «Meglio delle ciclovie, attualmente molto in voga anche sull’entusiasmo di un finanziamento regionale a fondo perduto, il turismo a piedi ha un valore aggiunto: basso investimento e migliore sfruttamento ricettivo. Un comprensorio come quello di Altavilla, 72 km., in bici lo si percorre in due ore; a piedi ci vogliono almeno due giorni e una tappa diventa è obbligatoria». Il 26 marzo prima iniziativa di promozione, patrocinata da Monferrato European Community of Sport 2017, in occasione del walking day nazionale organizzato da Decathlon. Ma il Nordic Walking Alessandria vuole essere presente anche al Palio di Asti e alla Fiera del Tartufo di Alba. Un passo alla volta. 


Licenza Creative Commons

Alcuni diritti riservati.