Pasquetta bagnata Record di turisti

Pasquetta bagnata Record di turisti

Pasquetta “bagnata”, assalto al centro città con lunghe code per visitare all’Arena (commento di una signora dall’accento romano: “C’è sta più gggente che per entrare ar Colosseo”). Verona fa il “tutto esaurito” di turisti, complice il maltempo che ha limitato le gite fuori porta e i picnic. 

IL TRAFFICO. Traffico intenso, ma al momento senza particolari problemi, lungo tutte le direttrici delle  strade e autostrade per il rientro dopo il ponte pasquale. Traffico bloccato sulla A4, da San Martino Buon Albergo a Verona Sud e da Caselle di Sommacampagna fino a Peschiera. 

IL PONTE PASQUALE. Ponte pasquale da primato turistico per la città di Verona. A fine mattinata, con la giornata non felice sotto l’aspetto meteorologico, erano già tutti esauriti i principali parcheggi, con un flusso continuo ma ordinato di migliaia di veicoli, ma nessuna criticità al traffico. Ieri, Pasqua, è stato registrato un nuovo record di presenze nei musei cittadini: i visitatori all’Arena sono stati 4.505, in aumento rispetto al dato del primo maggio scorso quando furono 4.236. Pressochè raddoppiate le presenze al Museo di Castelvecchio e al Museo degli Affreschi-Tomba di Giulietta, dove sono stati venduti rispettivamente 1044 e 1106 biglietti. In sensibile crescita i visitatori anche alla Casa di Giulietta, passati da 1801 a 2268. L’accesso al cortile con il celebre balcone è libero, mentre si paga il biglietto solo per visitare la casa della sfortunata eroina di William Shakespeare.