Paloschi risponde a Bertucco: "I 107 milioni bloccati non possono …

Paloschi risponde a Bertucco: "I 107 milioni bloccati non possono …

Ho detto di non voler aumentare le tasse e di voler tagliare le spese e subito il consigliere Bertucco si dichiara contrario, fedele alla sua linea, da massimalista del secolo scorso, di dire sempre no a tutto.
Al consigliere “signor no”, così impreparato da non sapere che i 107 milioni bloccati nelle casse comunali dal patto di stabilità non possono quindi andare nelle tasche dei cittadini (come peraltro accade in tanti comuni amministrati dal centrosinistra), è quindi persino superfluo rispondere.
Ai cittadini invece ricordo che questa Amministrazione comunale tiene bloccate le aliquote dei tributi locali, senza aumentarle, ormai da diversi anni.
Ricordo anche che Verona è agli ultimi posti in Italia per i trasferimenti statali, e nonostante questo non ha mai abbassato, in dieci anni, il livello dei servizi ai cittadini. Infatti, dal confronto fra le 15 città italiane più popolose, Verona risulta essere la seconda città più virtuosa, dopo Firenze, per la minore dipendenza del suo bilancio dai trasferimenti dello Stato (il bilancio di Verona dipende dai trasferimenti statali per il 2,14 per cento; Venezia per il 9,2).

Questa la risposta dell’assessore alle finanze del Comune di Verona Pier Luigi Paloschi al capogruppo del PD Michele Bertucco, il quale si era rivolto all’amministrazione comunale affermando che le tasse locali andrebbero abbassate più che bloccate.