Nascoste armi con matricola abrasa Un uomo condannato a quattro …

Nascoste armi con matricola abrasa Un uomo condannato a quattro …

Dormiva con un fucile a canne mozze carico sotto il letto. Gli agenti della Digos l’avevano sorpreso così, di prima mattina, con un calibro 12 a canne mozze in camera e un altro fucile in soggiorno. Tutti e due con la matricola abrasa: ieri è stato condannato a quattro anni e 4.000 euro di multa. In casa aveva anche decine di cartucce.

Il blitz dei poliziotti nell’appartamento di Bussolengo di Antonio Taverna, 43 anni, originario di Reggio Calabria ma da anni a Verona, è scattato all’alba del 12 febbraio: «Le ho trovate in un campo, le tenevo per difendere la mia famiglia», la spiegazione che ha dato per giustificare la presenza delle armi in casa. Difesa che non gli è servita a evitare l’arresto da parte degli agenti della Divisione investigazioni generali e operazioni speciali della questura, coordinati dal sostituto procuratore Nicola Scalabrini. Oltre ai due fucili, sono state sequestrate quattro cartucce calibro 12 e 47 cartucce calibro 8. (…)