Museum Pass, la chiave per il territorio trentino

Museum Pass, la chiave per il territorio trentino

TRENTO. Un territorio “chiavi in mano” da visitare a un prezzo vantaggioso. È quello che si ottiene con Museum Pass, la card che permette di scoprire l’offerta culturale di Trento, Rovereto e dei loro dintorni – Arena e Galleria d’Arte Moderna di Verona comprese – con ingressi e servizi dedicati. Museum Pass – evoluzione della Trento-Rovereto card – è acquistabile a 22 euro in tutti i musei, nelle Aziende per il Turismo delle due città oppure online. Con la card, presentata ieri nella sede di Trentino Marketing con l’intervento di rappresentanti dei principali soggetti coinvolti, è a disposizione l’offerta di “TrentoRovereto. Città di Culture”: si ha l’accesso prioritario – con possibilità di saltare la coda – nei musei, nei castelli e nei siti archeologici di Trento, Rovereto e in generale del sistema Museum Pass, si ha un utilizzo illimitato per 48 ore di autobus urbani ed extraurbani e dei treni regionali sulle tratte provinciali, si può usufruire di un ingresso ridotto alle manifestazioni culturali e ai festival convenzionati e si può prendere parte sempre a prezzo ribassato alle visite guidate della città di Trento e del Castello del Buonconsiglio previste il sabato.

Trascorse le prime 48 ore, poi, con una semplice registrazione la card – come ha illustrato il direttore dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones – è estendibile fino a tre mesi senza costi aggiuntivi e si può trasformare in Family, aprendo le proposte anche ai figli minori.

Museum Pass si acquista in tutti i musei, nelle Aziende per il Turismo di Trento e Rovereto, oppure online sul sito www.museumpass.it. Come si utilizza? In musei e castelli è necessario esibire la card presso le biglietterie per la validazione, mentre per i trasporti pubblici locali occorre vidimarla avvicinandola all’apposito lettore sugli autobus o in stazione per i treni.

«Non abbiamo solo – ha spiegato l’amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini – la vacanza attiva e paesaggi bellissimi, ma anche proposte legate alla cultura capaci di originare numeri significativi. Gli ospiti ci segnalano la necessità di servizi che favoriscano questa fruizione: in questo senso si colloca Museum Pass». Sia Roberto Stanchina e Franco Bertagnolli per Trento che Ivo Chiesa e Giulio Prosser per Rovereto hanno parlato della necessità di vedere il territorio del capoluogo e quello roveretano

come un ambito turistico unico. Con Museum Pass si possono visitare 31 musei (tra cui Arte Sella e proposte dell’Alto Garda e Ledro) e 7 castelli. Ci sono poi 11 festival convenzionati, con agevolazioni per le stagioni teatrali e musicali di Trento, Rovereto e Valle dei Laghi.(m.cass.)