Lettera a Berlusconi: No a Sboarina sindaco

Lettera a Berlusconi: No a Sboarina sindaco

“Ci appelliamo alla tua lungimiranza ed alla tua visione politica che dal 1994 ad oggi ha guidato la nostra azione. In questi anni ciascuno di noi ha portato nella vita quotidiana i valori ed i dettami di Forza Italia, nel segno di un percorso da te indicato e che ancora oggi riteniamo il migliore possibile”.

Inizia così la lettera che un gruppo di sindaci del Veronese ha inviato a Silvio Berlusconi per contestare la candidatura di Federico Sboarina a sindaco di Verona.

“Nella nostra città – scrivono i forzisti veronesi a Berlusconi – sta avvenendo un fatto gravissimo. A fronte di un dialogo costruttivo che era nato tra esponenti di Forza Italia di oggi e di ieri al fine di convergere su un progetto politico inclusivo che si richiamasse ai principi liberali ed europeisti di un centrodestra moderato, assistiamo al diktat tutto romano che imporrebbe a Forza Italia di sostenere il candidato salviniano Federico Sboarina, fintamente civico e realmente legatissimo alla Lega Nord. Il commissario Paroli, che mai ha incontrato i vertici o i militanti di Forza Italia a Verona, ha diramato un comunicato di adesione senza conoscere la realtà locale ed umiliando chi stava lavorando da mesi al fine di riunire”.

La lettera è sottoscritta anche da alcuni esponenti tosiani, tra i quali quattro assessori dell’amministrazione comunale guidata da Flavio Tosi, e infatti apre all’attuale sindaco: “Se è vero che il centrodestra unito vince, è altrettanto vero che dobbiamo domandarci a quale centrodestra noi vogliamo appartenere. E’ forse il populismo xenofobo di Salvini il nostro riferimento? No. Noi crediamo in un centrodestra sano, moderato, europeista e globale. A Verona sta nascendo un laboratorio politico importante, in accordo con il mondo vicino a Flavio Tosi, a realtà civiche e culturali, che potrebbe senza dubbio alcuno portare alla vittoria del vero centrodestra moderato”.

“Noi – prosegue la lettera – reclamiamo, come esponenti di Forza Italia , il diritto di aderire a questo laboratorio e di esserne perno fondamentale. Siamo convinti che da questo progetto possa nascere il rilancio del Tuo e di quello che vogliamo considerare ancora Nostro Partito: Forza Italia”.

“Per questo, caro Presidente, proprio poiché conosciamo l’Amore che metti nella tua azione politica ogni giorno, proprio perché non vogliamo trovarci costretti a lasciare la nostra casa, Ti chiediamo di consentirci di proseguire questo nostro lavoro di costruzione, al fine di trasformare nuovamente Forza Italia nella casa dei moderati” concludono i sindaci e i dirigenti azzurri di Verona e provincia.

I firmatari:

Alberto Bozza (Assessore Sport e Tempo libero Comune di Verona, già capogruppo PDL in provincia e vicecoord.prov PDL)

GianArnaldo Caleffi (Assessore Urbanistica Comune di Verona, già presidente Dipartimento FI)

Anna Leso (Assessore Servizi Sociali e Pari Opportunità Comune di Verona, già con. comunale FI)

Luigi Pisa (Assessore Lavori Pubblici ed Arredo Urbano Comune di Verona, già Cons. comunale FI)

Salvatore Papadia (Consigliere capogruppo Comune di Verona)

Gianluca Fantoni (consigliere comunale Comune di Verona)

Stefano Ederle (Presidente AMT – Comune di Verona, già Cons. comunale PDL)

Niko Cordioli (Presidente Acque Veronesi, già cons. prov. PDL)

Francesca Zivelonghi (Presidente ESU – Verona, già cons. prov. PDL)

Damiano Monaldi (Presidente Solori, già cons. prov. FI)

Elena Traverso (Presidente Commissione Pari Opportunità Regione Veneto, già cons. comunale PDL)

Serena Cubico (consigliere provinciale Forza Italia)

Martina Pasetto (coordinatrice provinciale Forza Italia Giovani)

Flavio Pasini (Sindaco Nogara)

Paolo Marconcini (Sindaco Cerea)

Giovanni Ruta (Sindaco Albaredo d’Adige)

Mirko Corrà (Sindaco Salizzole)

Gabriele Marini (Sindaco Monteforte d’Alpone)

Paolo Rossi (Sindaco Ferrara di Monte Baldo)

Luca Sebastiano (Sindaco di Lazise)

Emilietto Mirandola (Sindaco di Bovolone)

Roberto Zorzi (Sindaco di Sant’Ambrogio di Valpolicella)

Mario Olivati (già consigliere comunale FI)

Aderiscono inoltre decine di consiglieri comunali della provincia e circoscrizionali della città.