La crisi di Fondazione Arena approda a Montecitorio: l’audizione di …

La crisi di Fondazione Arena approda a Montecitorio: l’audizione di …

Approfondimenti
  • Il programma completo del 94° Opera Festival all’Arena di Verona

    Il programma completo del 94° Opera Festival all’Arena di Verona

    22 aprile 2016

  • Scatta il conto alla rovescia per Fondazione: debiti e cause i nodi da risolvere

    Scatta il conto alla rovescia per Fondazione: debiti e cause i nodi da risolvere

    19 aprile 2016

  • “Giovedì 28 aprile, alle ore 8,30, le Commissioni riunite Cultura di Camera e Senato, presso la Sala del Mappamondo, svolgeranno l’audizione del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, sul commissariamento della Fondazione Arena di Verona. L’appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv”. Così si legge all’interno di un comunicato stampa divulgato nelle scorse ore sul sito web della Camera.

    Si terrà dunque domani mattina, giovedì 28 aprile, presso Montecitorio all’interno della sala progettata da Gian Lorenzo Bernini, l’audizione del ministro dei Beni culturali e turismo Franceschini in merito al caso scaligero di Fondazione Arena. L’esponente del Partito Democratico è colui che ha scelto nei giorni scorsi di nominare Carlo Fuortes commissario per l’ente lirico in crisi e nell’occasione di domani molto probabilmente renderà noto quali saranno le prime scelte nella strategia da adottare per puntare al risanamento di Fondazione Arena e conseguentemente accedere ai contributi previsti dalla Legge Bray.

    Ammesso e non concesso che sia appunto questa la volontà, poiché in fondo resta ancora aperta l’ipotesi di una liquidazione coatta dell’ente con conseguente perdita di tutti i posti di lavoro. Un’ipotesi quest’ultima definita più volte dell’ex presidente Flavio Tosi “inevitabile”, ma che molto probabilmente il nuovo commissario farà di tutto per evitare. In ballo ci sono 24 milioni di debiti da sanare con banche e fornitori, oltre alle 47 serate da organizzare durante l’estate per il 94° Opera Festival. Per quanto riguarda i lavoratori, nella giornata di oggi dovrebbero finalmente essergli pagati gli stipendi riguardati il mese scorso e che finora non erano ancora stati liquidati.