Impianti sportivi e degrado. Botta e risposta tra Battiti e Comune di …

Impianti sportivi e degrado. Botta e risposta tra Battiti e Comune di …

Gli assessori all’impiantistica sportiva Edoardo Lana e allo sport Alberto Bozza l’hanno definita una precisazione, ma i toni polemici sono evidenti. L’associazione Battiti ha tirato le orecchie all’amministrazione veronese sulla situazione di alcuni impianti sportivi. I problemi segnalati riguardano l’area poco curata vicino al PalaOlimpia, disservizi in alcune palestre scolastiche e il consigliere di circoscrizione Alberto Padovani ha segnalato anche l’impianto di illuminazione ancora non funzionante alla struttura di via Po, mentre in quella di via Bisenzio la situazione è indecorosa.

Lo scorso 3 agosto, l’amministrazione aveva dato l’ok a delle procedure d’urgenza, ma i risultati ancora non si vedono, per gli esponenti di Battiti, a cui Lana e Bozza replicano: “Chi ha fatto l’amministratore comunale per tanti anni, come molti degli esponenti di Battiti, dovrebbe sapere che le procedure d’urgenza prevedono comunque l’espletamento di gare pubbliche con i tempi imposti dalla legge. Pertanto, la procedura d’urgenza per la sistemazione degli impianti sportivi di via Po e via Sogare, ha visto l’avvio dell’iter che ha portato al reperimento delle risorse necessarie (e non programmate) e la successiva indizione della gara pubblica con espletamento della medesima che verrà aggiudicata il prossimo 20 settembre, con l’auspicio di terminare i lavori quanto prima”.

“Per quel che riguarda il Palazzetto dello Sport il cui parquet è stato danneggiato e reso inagibile dal nubifragio del 27 luglio scorso – continuano i due assessori – va precisato che attualmente è chiuso, oltre che per eseguire gli interventi urgenti, anche per effettuare i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che erano già in programma, come la copertura del tetto ed altri parti esterne oltreché interne. Lo smaltimento dei materiali di demolizione è già iniziato a cura della ditta incaricata dei lavori e lo sfalcio dell’erba a cura di Amia. Contiamo quindi di riaprire l’impianto, completamente riqualificato e dal nuovo design, entro qualche settimana”.

“Agli ex amministratori comunali di Battiti ricordiamo che il nubifragio del 27 luglio scorso ha causato decine di danni anche ad altri edifici pubblici e che gli uffici comunali in poco più di un mese hanno fatto fronte, in contemporanea, a tutti gli interventi urgenti, non solo a quelli degli impianti sportivi, tra cui Stadio Bentegodi ripristinato in tempo record – concludono Lana e Bozza – Senza poi considerare che i medesimi uffici hanno svolto interventi di manutenzioni anche sugli impianti sportivi di competenza delle circoscrizioni o di altri settori. Nonostante ciò abbiamo approvato, nei giorni scorsi, 8 delibere per un importo complessivo di circa 800.000 euro relative alle manutenzioni straordinarie di edilizia sportiva, di impiantistica e di edilizia civile per le quali stanno per essere avviate le procedure di gara che devono rispettare i termini di legge. Come risulta evidente nonostante i danni subiti dalla calamità naturale stiamo procedendo senza sosta nella programmazione e nella realizzazione delle opere necessarie. Per quel che riguarda infine le palestre delle scuole dell’ottava circoscrizione, gli esponenti di Battiti dovrebbero sapere che la loro manutenzione, così come l’assegnazione degli spazi alla società-guida, spetta alla stessa circoscrizione: meglio quindi che si rivolgano, per sollecitarlo, al presidente Dino Andreoli, che se non sbagliamo in fase di approvazione dell’ultimo bilancio ha votato contro senza suggerire alcuna proposta”.