Il morbillo torna a far paura anche a Verona

Il morbillo torna a far paura anche a Verona

In Italia è boom di morbillo e anche a Verona la situazione si fa seria. Nel territorio dell’ex Ulss 20, a gennaio di quest’anno sono stati registrati 4 casi, altri 15 da febbraio a metà marzo. Nell’arco di tutto il 2016 era stato segnalato solo un caso, mentre nel 2015 nessuno. Insomma, la si credeva debellata e invece la malattia è tornata a far paura.

Il Ministero della Salute ha reso noti i dati nazionali, perché il calo delle vaccinazioni ha fatto registrare un’impennata allarmante della patologia. Infatti, a fronte degli 844 casi segnalati nel 2016 (70 solo a dicembre), dall’inizio del 2017 ne sono stati registrati più di 700. Nello stesso periodo, l’anno scorso, erano stati 220. L’incremento è del 230%.

Sarebbero quattro le regioni più colpite da questa epidemia: Piemonte, Lombardia, Lazio e Toscana. Più della metà dei casi arriva da lì, ma nel 2016 18 tra regioni e province autonome hanno segnalato casi di morbillo. (…)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola