Il maltempo flagella il Nordest e a Verona evacuata l’Arena

Il maltempo flagella il Nordest e a Verona evacuata l’Arena

Da ieri sera il maltempo sta flagellando il Nordest con “l’epicentro” che si è sposato dal Veneto Orientale al Veronese: i vigili del fuoco scaligeri sono infatti  impegnati da oltre 14 ore  per una serie di interventi legati al nubifragio che ha  flagellato la città di Verona provocando danni, allagamenti e molti black out. Centinaia le chiamate alla sala operativa del 115 per allagamenti di taverne, cantine e garage. Oltre 40  gli interventi effettuati nella notte e già risolti, un centinaio le chiamate in corso di verifica. Ieri sera – dopo l’interruzione dello spettacolo che era in corso – è stata evacuata l’Arena per motivi di sicurezza. Evacuato poi anche il teatro romano , mentre era in corso uno spettacolo dei Mixi: era caduto un cipresso.  Allagato pure  l’archivio della procura militare scaligera, come tanti scantinati e garage della città. 
 

Gli spettatori sono stati assistiti dal personale dell’ente Arena e dai  vigili del fuoco in servizio di vigilanza.  Il dispositivo di soccorso del comando è stato rinforzato con l’invio di personale dei comandi di Padova e Vicenza come sempre avviene in questi casi. Anche squadre di protezione civile locali si coordinano per gli interventi con la sala operativa dei vigili del fuoco.  La polizia municipale di Verona comunica che la bretella T4-T9 e il sottopasso di via Albere sono chiusi in entrambe le direzioni causa allagamento. Entrata e uscita all’altezza dello stadio. Traffico rallentato anche su viale Colonnello Galliano, nei dintorni della stazione di Porta Nuova e sulla circonvallazione esterna fino al Saval. 

Stamani la situazione è ancora pesante soprattutto nel Veronese, nella notte ci sono stati interventi soprattutto nel Trevigiano e nell’Alta Padovana.  

TREVISO
Pioggia, vento e grandine hanno provocato ieri danni alle strutture e alle colture e spinto verso il basso la colonnina di mercurio, offrendo la tanto attesa ondata di refrigerio. A Casale sul Sile, dietro la chiesa, a causa di un’errata manovra di parcheggio un’auto è finita dentro al fiume. Ad essere colpita dal maltempo soprattutto la zona pedemontana dove è caduta per decine di minuti una fitta pioggia e non è mancata la grandine. I chicchi di pioggia ghiacciata non ha risparmiato i comuni di Carbonera, in località Vascon. A Ormelle, nella frazione di Tempio, a farne le spese è stato anche qualche vigneto .

Seguono aggiornamenti