Il baccanale delle polemiche, Pd e Lega Nord vanno all’attacco …

Il baccanale delle polemiche, Pd e Lega Nord vanno all’attacco …

La consigliera comunale Elisa La Paglia ha voluto esprimere la più sentita solidarietà alla ragazza molestata in centro che ha avuto la forza di reagire e denunciare il molestatore: “Ogni ragazza e ogni donna di questa città deve poter muoversi in sicurezza in ogni ora del giorno e della sera, senza rischiare di venire importunata o peggio molestata. Brava e forte lei a denunciare, per questo la ringraziamo nella speranza che anche altre ragazze vittima degli stessi reati possano seguire il suo esempio. Ribadiamo la necessità di prevedere anche in carcere percorsi di cura contro la violenza di genere”.

Ma i festeggiamenti di ieri in occasione del Carnevale veronese hanno fomentato un vero e proprio tsunami di polemiche che ha investito l’Amministrazione, rea di non aver presso provvedimenti adeguati per limitare gli eccessi: “Lo scempio in Piazza San Nicolò a danno del portale della chiesa e del sagrato è rivoltante, lo spreco di uova e farina assurdo. Lasciare il centro storico in mano a orde di ragazzini scatenati e di avvinazzati molesti è indice di scarsa cura e attenzione”.

Così si sono espressi a margine della sfilata i consiglieri comunali del Partito Democratico Luigi Ugoli e Fabio Segattini che poi hanno incalzato direttamente Flavio Tosi: “Quali erano le misure di sicurezza previste? Chiederemo al Sindaco, che è anche l’assessore competente, di rispondere delle direttive impartite. In queste condizioni è impensabile essere attrattivi e accoglienti nei confronti dei turisti. Che ci sia un forte allentamento nell’attenzione all’interno dell’amministrazione, si è visto anche dal caos viabilistico imperante ieri in zona fiera, segno che l’evento è stato preso sotto gamba”.

Ma dure critiche verso Tosi e la gestione della città durante la giornata di ieri, sono giunte quest’oggi anche dal fronte della Lega Nord con il candidato Sindaco Paolo Tosato che lapidario ha sentenziato: “Anche a Carnevale servono delle regole”. Norme a suo avviso infrante a Verona durante il 487° Bacanal: “Il Carnevale rappresenta una festa delle tradizioni che dobbiamo preservare e valorizzare, senza, però, inutili eccessi. Non possiamo permettere che le chiese e gli edifici storici di Verona vengano imbrattati. Non possiamo permettere che i turisti e i veronesi vengano importunati o colpiti con uova e farina. È giusto che il Carnevale sia la festa di tutti, soprattutto dei bimbi e delle famiglie. Va proibito l’uso di farina e uova e di tutto ciò che crea sporcizia, degrado e danni alle persone e alle bellezze di Verona”.

Durissimo il commento anche dell’Europarlamentare leghista Lorenzo Fontana, il quale in un post sul proprio profilo Facebook si è soffermato sull’episodio delle molestie sessuali durante la sfilata: “Un marocchino, pregiudicato e già inottemperante a un ordine di espulsione, è stato denunciato per violenza sessuale da una giovane al carnevale di Verona. La condanna è fermissima: questo episodio, purtroppo, ancora una volta, mostra tutti i rischi di un’immigrazione mal gestita e fuori controllo. C’è proporzione diretta tra irregolari e rischio sicurezza, proporzione che il buonismo cieco di certa politica impedisce di vedere. Ci auguriamo che il soggetto in questione sia immediatamente (e finalmente) espulso e non metta più piede a Verona e nel Paese!”