Guidare sì, ma con la testa: no a alcol e droga, una campagna di …

Guidare sì, ma con la testa: no a alcol e droga, una campagna di …

Prevenzione e sicurezza prima di mettersi alla guida e lotta contro l’assunzione di alcol e droga, soprattutto tra i giovani. È stata presentata mercoeldì mattina a Jesolo la quinta edizione del progetto “Pensa alla vita … guida con la testa !!!”, la campagna permanente per la sicurezza stradale che giovedì 14 luglio alle 20 riparte da Jesolo in piazza Milano e toccherà altre 8 località del Veneto nel corso dell’estate.

L’iniziativa viene organizzata dall’Anvu – associazione professionale polizia locale, che opera dal 2003 sul territorio nazionale. Tredici anni di positive esperienze, iniziate nel litorale jesolano nel giugno del 2003 in cui i volontari della polizia locale e dalle varie amministrazioni comunali, dalle associazioni impegnate nel settore della sicurezza stradale: A.I.F.V.S. (Associazione Familiari Vittime della Strada), l’A.R.C.A.T. (Associazione Regionale Regionale dei Club Alcologici Territoriali), dal Dipartimento della Sicurezza Stradale della F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana), dalle ULSS e dai volontari della Protezione Civile, hanno come unico obiettivo quello di prevenire gli incidenti sulle strade dovute a comportamenti non corretti e soprattutto insegnare un adeguato comportamento al volante.

Gli appuntamenti della campagna 2016 si svolgeranno nelle piazze o nei luoghi di aggregazione dei giovani, dei cittadini residenti e degli ospiti, dal tardo pomeriggio fino alle ore 23.00 circa e avranno come fine la sensibilizzazione all’uso del casco e delle cinture di sicurezza, l’informazione dei rischi/effetti derivanti dall’uso delle sostanze alcoliche e degli stupefacenti alla guida dei veicoli, evidenziando in modo particolare i pericoli nelle serate di evasione e divertimento (fine settimana) ed i comportamenti alla guida di ciclomotori e motocicli.

Saranno effettuate prove con l’alcoltest, messo a disposizione dalla polizia locale, e fornite informazioni sui rischi dell’uso delle sostanze alcoliche e di quelle psicotrope, sull’uso del casco e dei sistemi di ritenuta, mentre per i più piccoli saranno allestiti dei percorsi di educazione stradale che dopo un mini corso, potranno percorrere con le biciclette ed infine saranno consegnati gadget sulla sicurezza, alcoltest monouso. Inoltre durante le serate informative ed educative sul tema sulla sicurezza stradale vengono messi a disposizione degli utenti un simulatore di guida (autoveicolo) con programmi dedicati a far comprendere i rischi della guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche e/o stupefacenti.

Il programma inizia giovedì 14 luglio, in piazza Milano, per poi continuare a Cavallino-Treporti il 29 luglio, in piazzetta della Libertà, Caorle, in piazza Matteotti il giovedì 11 agosto, San Vito di Cadore, il 16 agosto nell’isola pedonale di Corso Italia, San Michele al Tagliamento/Bibione, il 19 Agosto in piazza Fontana, Abano Terme il 21 agosto, isola pedonale viale delle Terme, nuovamente a Jesolo, in Piazza Mazzini il 25 agosto, Verona l’8 settembre, in piazza Brà, per finire, come tradizione, a Venezia-Mestre il 14 Settembre, in piazzetta Coin.

«La sicurezza è un valore importante soprattutto per le località turistiche, non solo sulle strade ma in senso generale – ha detto il sindaco Valerio Zoggia nel suo saluto -, Un valore da alimentare e praticare in ogni occasione perché diventi un biglietto da visita anche per l’immagine delle località turistiche. Grazie a tutti coloro che rendono possibile questa iniziativa». «La Prevenzione è un percorso molto importante, che ha portato alla riduzione dell’11% degli incidenti stradali solo nel nostro territorio e quindi una cultura da sostenere e promuovere – ha aggiunto l’assessore alla sicurezza Luigi Rizzo -. Grazie a chi si impegna per diffondere questi valori utili poi anche nella vita e non solo sulla strada».

«Uno dei primi compiti della Polizia Locale è quello della gestione del traffico e quindi della garanzia della sicurezza stradale – ha aggiunto Claudio Vanin, comandante della Polizia Locale di Jesolo -. Grande attività l’abbiamo fatta nelle scuole, e continuiamo anche quest’anno con la promozione nelle piazze di Jesolo. Noi su questo fronte non molleremo mai». «Si comincia dai più piccoli, dall’asilo e dalla famiglia e poi arriviamo agli adulti – ha aggiunto Nicola Salvato, presidente nazionale Anvu – La regola va spiegata non come limite e minaccia ma come consiglio che ci guida sulla strada. Oggi con l’omicidio stradale non si scherza più. Il nostro lavoro è promuovere una presa di coscienza e far capire a chi si comporta male che poi potrebbe passare dei guai importanti con la giustizia».