Gettone di presenza Un «pasticcio» da 50mila euro

Gettone di presenza Un «pasticcio» da 50mila euro

L’amministrazione comunale lupatotina ha pagato troppo negli anni scorsi i suoi consiglieri comunali per la partecipazione alle sedute consiliari e alle commissioni. Ha erogato 46 euro per seduta invece dei 22 stabiliti dalla legge. E ora vuole i soldi di ritorno. La spinosa questione è stata posta alla conferenza dei capigruppo, l’organismo consiliare che raduna i responsabili dei gruppi politici presenti in Consiglio comunale. Risultano aver percepito più del dovuto quasi una trentina di consiglieri comunali (qualcuno anche in carica). Complessivamente si parla di quasi 50 mila euro.

Le somme singolarmente pagate in eccedenza variano da poche centinaia di euro ad alcune migliaia. Si parla di consiglieri eletti e rieletti (e sempre presenti ai consigli e alle commissioni), che sarebbero tenuti a restituire anche oltre 4mila euro. La regola è infatti che chi più è stato presente (e più ha lavorato) più deve restituire.