Galletti a Verona: Il quesito è chiaro

Galletti a Verona: Il quesito è chiaro

“A me fa un po’ sorridere questa polemica. La Corte di Cassazione nel fare il quesito referendario ha preso la rubrica, il titolo della legge che è stato votato sei volte dal Parlamento. Quindi chi si stupisce oggi forse si poteva stupire allora”.

Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, parlando a margine dell’incontro organizzato a Veronafiere con la Lectio Magistralis del segretario generale della CEI, Nunzio Galantino, sull’Enciclica a “Laudato si” di Papa Francesco.

“Ma non è tanto una questione di metodo – ha spiegato Galletti -, è una questione di sostanza. Quel titolo ricorda il contenuto della riforma costituzionale: parla di riduzione del numero dei parlamentari. Qualcuno può mettere in dubbio che ci sia la riduzione del numero dei parlamentari?”.

“Il quesito – ha aggiunto – parla della soppressione del Cnel e c’è la cancellazione del Cnel. Parla del contenimento dei costi e c’è il contenimento dei costi della politica”.

“Allora, per una volta che abboamo un quesito che parla chiaro, che non fa riferimento a leggi strane, dobbiamo essere contenti di questo, non lamentarci” ha continuato il ministro Galletti sottolineando che “i cittadini andranno a votare con un quesito chiaro. Dovranno dire: sei a favore o contrario alla riduzione del numero dei parlamentari? Sei favorevole o contrario alla soppressione del Cnel?”.

“E’ questa la riforma costituzionale, non è altro. Perché ci si stupisce?” ha concluso Galletti.