Furto a Castelvecchio. Dopo gli arresti, coro di elogi a forze dell …

Furto a Castelvecchio. Dopo gli arresti, coro di elogi a forze dell …

Approfondimenti
  • Svolta per il furto a Castelvecchio. Operazione congiunta e raffica di arresti

    Svolta per il furto a Castelvecchio. Operazione congiunta e raffica di arresti

    15 marzo 2016

  • Furto di Castelvecchio. Verona Pulita non dimentica, doppio blitz in città

    Furto di Castelvecchio. Verona Pulita non dimentica, doppio blitz in città

    15 marzo 2016

  • La street art per Castelvecchio. Opere d'arte sui muri per non dimenticare

    La street art per Castelvecchio. Opere d’arte sui muri per non dimenticare

    16 febbraio 2016

  • Restaurato il dipinto danneggiato dai rapinatori durante il furto a Castelvecchio

    Restaurato il dipinto danneggiato dai rapinatori durante il furto a Castelvecchio

    9 febbraio 2016

  • Non è passato molto tempo dall’arresto della banda che ha progettato e realizzato il furto al Museo di Castelvecchio che subito la notizia si è diffusa e sono arrivati in coro i ringraziamenti alle forze dell’ordine che in poco meno di quattro mesi hanno individuato e fermato i dodici responsabili.

    Il sindaco di Verona Flavio Tosi ha seguito costantemente le indagini, garantendo il silenzio che le ha coperte fino alla svolta decisiva di ieri. Tosi ha elogiato il lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura che ha portato ad un brillante risultato e ha elogiato anche chi ha stimolato le indagini mantenendo alto l’interesse di tutti. Con tono diverso invece Tosi si è rivolto a chi ha rivolto accuse alla sua amministrazione, quando invece si è scoperto che le responsabilità sono di chi doveva garantire la sicurezza.

    Anche il PD ha commentato l’operazione congiunta di forze dell’ordine e procura veronese: “Esprimiamo grande soddisfazione e un plauso – hanno scritto gli Onorevoli Dal Moro, Rotta e Zardini –  Il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo ha seguito sin dall’avvenuto furto e con la massima attenzione tutte le attività investigative tramite l’Arma dei Carabinieri Comando tutela patrimonio culturale e la Polizia di Stato. Come affermato a suo tempo dal Ministro Dario Franceschini, l’Italia dispone di energie investigative specializzate nel settore che sono ritenute le migliori al mondo e il risultato sin qui ottenuto è la testimonianza sia dell’impegno profuso nel dovuto silenzio come è naturale che sia che l’eccellenza investigativa dimostrata. Ci auguriamo che questa triste esperienza faccia mettere un po’ più di attenzione e ponga al centro la questione sia della sicurezza nei nostri musei che un inasprimento delle pene per i reati contro il patrimonio artistico, come sollecitato da una nostra recente interrogazione parlamentare”.