Elezioni amministrative 2017. La CSU Veneta in appoggio al …

Elezioni amministrative 2017. La CSU Veneta in appoggio al …

È stata presentata venerdì a Verona, nella sala del Liston 12, la lista civica CSU Veneta (Cristian Social Union Veneta), in lizza alle prossime elezioni comunali.
Hanno partecipato all’evento Sergio Ruzzenente, presidente del Comitato elettorale, Maria Luisa Tezza, coordinatrice della lista, e alcuni dei componenti: Yolande Pigaiani, Davide Montresor, Flavio Casagrande, Maurizio Marcon, Giovanni Lai. In sala numerosi i simpatizzanti della lista.

Il presidente del Comitato Elettorale ha aperto i lavori chiarendo le motivazioni per cui è nata la lista: la necessità di aggregare persone di diversa estrazione politica e sociale per la costruzione di un programma elettorale che coinvolga veramente i cittadini nella sua stesura.
Presente all’evento Pier luigi Toffalori, presidente dell’Associazione Area Popolare, in qualità di invitato, in quanto tra i componenti della lista, alcuni assenti all’evento a causa delle ferie, figurano un consistente numero di persone aderenti alla stessa Associazione di cultura sociale e politica.

“Sono compiaciuto per la partecipazione alla lista – ha dichiarato Toffalori – di tanti amici, già aderenti alla nostra associazione e mi congratulo per la scelta del nome. Ritengo che i valori che la CSU Veneta potrà metter in campo, analogamente alla ben più nota CSU Bavarese, siano conformi a quelli che hanno portato la Baviera a divenire il più ricco fra i Länder tedeschi e uno dei più evoluti socialmente, nell’ambito di una forte autonomia locale, nel contesto nazionale tedesco e europeo”.

Toffalori, sempre con riferimento ai valori, ha ricordato la concomitanza della data del 19 agosto 2016 con l’anniversario della morte di Alcide De Gasperi, insigne statista italiano, fondatore della Democrazia Cristiana e uno dei padri fondatori dell’Unione Europea.

La coordinatrice Maria Luisa Tezza ha posto l’accento sulla necessità di una lista civica che a Verona sia di forte richiamo al maggior partito, quello delle astensioni che purtroppo non esprime le proprie necessità con il voto.

“Per dare voce a tutti i cittadini – ha chiarito Maria Luisa tezza – e la possibilità ai veronesi di contribuire alla formazione del programma elettorale per le prossime amministrative abbiamo iniziato a costruire un programma che parte dalla lettera A. A come Amministrazione virtuosa; A come Accoglienza: un Comune protagonista, e non mero spettatore, della situazione di immigrazione che va ad interessare la città; proseguendo fino alla C come Civis “Ci sono anch’io” per cercare di ricondurre al voto chi non ha più fiducia nella politica tradizionale, riportare al centro dell’azione del Comune il cittadino e la sua partecipazione alle scelte. E via via, con le altre lettere da completare con i veronesi”.

Intervenuti anche gli altri esponenti presenti al tavolo della presidenza, con proposte sulla sicurezza (Flavio Casagrande); sul mondo produttivo dell’artigianato (Maurizio Marcon); sugli aspetti soci-sanitari legati alle fasce più deboli della popolazione, infanti, adolescenti e anziani, e sui progetti di intervento possibili (Yolande Pigaiani); sulle esigenze del mondo dei giovani e sugli azioni da mettere in campo (Davide Montresor); sulla necessità di rivalutare gli aspetti territoriali dell’amministrazione comunale legati alle Circoscrizioni, per la loro vicinanza ai bisogni effettivi delle persone (Giovanni Lai).

Presente, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, al luogo del sindaco Flavio Tosi in ferie, Fabio Venturi, Presidente Agsm e Coordinatore nazionale di FARE!, il quale ha illustrato le possibilità reali per un terzo mandato al sindaco Tosi e le ragioni di democrazia e di opportunità che tale decisione venga presa, a vantaggio di tante città ben amministrate da sindaci, altrimenti costretti a non presentarsi al voto degli elettori solo per una disposizione incomprensibile e incoerente.

A corollario di questo tema, la Coordinatrice Maria Luisa Tezza ha precisato la posizione della lista civica CSU Veneta, posizione che sarà di accordo e supporto alla candidatura di Flavio Tosi, nell’ipotesi di una sua ulteriore discesa in campo, proprio come “riconoscimento della buona amministrazione che Tosi ha saputo portare a Verona nei mandati precedenti”.

Csu-2