Da Verona a Hoorn, sono giorni azzurri

Da Verona a Hoorn, sono giorni azzurri

Federica Pellegrini è stata oggi l’attrazione principale nel media day al centro federale di Verona, dov’è accorso anche il sindaco Flavio Tosi per il brindisi beneaugurante con tutti gli azzurri in raduno verso i Giochi di Rio. Il ct Cesare Butini ha fatto il punto tecnico e spiegato come “la condivisione con tutti sta creando uno spirito vincente in squadra”. C’era anche il consigliere politico Roberto Del Bianco con tutti gli allenatori, da Giunta a Franceschi che seguono la 4×200 rosa (Masini Luccetti e Mizzau, Pirozzi e De Memme), la Franceschi e Turrini, la Zofkova, Pizzini e Toniato.

“Ho visto – dice Fede – in televisione gli Europei di atletica ad Amsterdam anche se ora siamo presi dagli allenamenti. Ma ho fatto il tifo per gli azzurri, direi che è stata una buona spedizione. Da qui in poi si pensa alle gare. Venti giorni di isolamento totale. I 200 stile libero saranno di altissimo livello, le stesse eliminatorie non saranno semplici, sarà una bella lotta sino all’ultimo millimetro. Personalmente mi sento serena, sono molto distesa. Essere scesa sotto l’1.55 mi dà molta serenità. Essere portabandiera azzurra nella cerimonia d’apertura, un ruolo che «che mi dà una carica emozionale in più. Non so cosa aspettarmi, vorrei una squadra caciarona, che sappia mettersi in mostra durante la sfilata. E sono contento che Filippo possa fare i 100 sl”.

Mentre si svolgeva l’incontro è arrivata la notizia dell’argento di Federico Vanelli nella 5 km agli Europei olandesi di Hoorn.  il 4° posto della distanza olimpica di domenica, centra l’argento nella 5 km a cronometro, battuto soltanto dal russo Abrosimov: per l’allievo di Emanuele Sacchi, qualificato ai Giochi come Ruffini e la Bruni, è il primo podio internazionale. Tra le donne, Aurora Ponselè è quarta. Uomini: Abrosimov (Rus) 54’34”3, Vanelli a 20”1, Hughes (Gb) a 31”8; 6. Sanzullo a 47”9; 9. Ruffini a 1’22”5. Donne: Huskisson (Gb) 59’46”1, Wunram (Ger) a 6”3, Van Rouwendaal (Ola) a 8”8; 4. Ponselè a 25”7; 5. Gabbrielleschi a 52”5; 6. Raimondi a 57”3.