Da Catania a Verona, i «vostri» Presepi viventi

Da Catania a Verona, i «vostri» Presepi viventi

Nella notte di Natale del 1223 san Francesco rappresentò per la prima volta la nascita di Gesù a Greccio, in provincia di Rieti. In quel luogo fu poi edificata una cappella e il Santuario. Da allora la rievocazione storica del primo presepe vivente si rinnova puntuale e non più soltanto a Greccio ma in tutta Italia. Migliaia sono le città e i borghi che si “trasformano” nella Betlemme di 2mila anni fa.

Pubblichiamo solo alcune delle tantissime foto di presepi viventi che avete condiviso con noi su Facebook. Se volete potete continuare a mandarci altre segnalazioni: il link è sempre lo stesso.

L’antico Borgo della Gancia, a Paternò in provincia di Catania, con le sue caratteristiche viuzze e l’accoglienza gioiosa e semplice dei suoi abitanti ospita il Presepe vivente. Dalle 17,30 del 2 gennaio è possibile assistere alla rappresentazione della Natività. Qui potete vedere alcune fotografie.

Seconda edizione per il Presepe vivente a Cerea in provincia di Verona. Allestito vicino alla Chiesa di Cerea è possibile vederlo nel giorno di Capodanno (1 gennaio) e all’Epifania (6 gennaio), dalle 15.30 alle 18.30. ​

A Taurisano nella provincia di Lecce sono i ragazzi i protagonisti della messa in scena della Natività. Si tratta dell’ottava edizione del “Presepe Vivente dei Giovani” promosso dalla pastorale giovanile interparrocchiale.

A Bettola in provincia di Piacenza la prossima rappresentazione della Natività con l’arrivo dei Re Magi è in programma domenica 3 gennaio alle 16.