Copertura Arena, dubbi sui tempi. Appello di Croce a Veronesi di …

Copertura Arena, dubbi sui tempi. Appello di Croce a Veronesi di …

In una lunga intervista riportata oggi dal quotidiano L’Arena, l’ingegner Robert Friedrichs, direttore della Gmp Architekten von Gerkan, Marg und Partner, lo studio tedesco di architettura che ha vinto il concorso di idee per il progetto di copertura dell’Arena finanziato da Calzedonia, ha voluto rassicurare tutti i veronesi. Le idee e i progetti del suo studio sono destinati ad essere realizzati e ciò varrà anche nel caso dell’ambizioso e complesso progetto di copertura dell’anfiteatro romano.

L’ingegner Friedrichs, difendendo l’operato del proprio studio e rivendicando di aver voluto minimizzare quanto più era possibile l’impatto delle strutture per non alterare “l’armonia del monumento”, ha voluto comunque sottolineare come a risultare fondamentali saranno i pareri che la Sprintendenza si troverà ad esprimere. La sua sola vera preoccupazione sono i tempi, sì proprio quelli tipici della celebre, o forse per meglio dire “famigerata”, burocrazia italiana.

Ma tempistiche a parte, in molti ad oggi sono ancora perplessi, altri decisamente contrari, circa la necessità di realizzare un’opera simile. Se da un lato un papabile candidato Sindaco, giovane e promettente, come Damiano Fermo del Pd ha speso parole più che possibiliste, pur sollevando problemi anche di “contenuti” interni all’Arena (vedi una diversa e più propositiva gestione dell’omonima Fondazione), dall’altro lato tra gli oppostiori più convinti ritroviamo Michele Croce, leader di Verona Pulita ed anch’egli in lizza per la poltrona di primo cittadino scaligero.

Quest’ultimo ha scelto di rivolgere il suo appello direttamente all’imprenditore mecenate che ha finanziato il concorso dei progetti per la copertura dell’Arena e che si è detto disponibile a finanziare i lavori: “Mi rivolgo a Sandro Veronesi – ha spiegato l’Avv. Croce – mecenate e imprenditore di cui Verona deve andare orgogliosa, che si è reso disponibile a sostenere i costi per la copertura dell’Arena: Veronesi, lei ha un talento gestionale e manageriale che hanno pochi pari. Le chiedo di non spendere quelle risorse in un progetto che, bello o brutto, non è fondamentale. Piuttosto entri con i suoi capitali, ma soprattutto con la sua competenza, nella gestione diretta della Fondazione. La questione primaria è gestirla bene: un’Arena coperta, ma senza futuro e senza maestranze, senza un valore, sarà sempre in perdita. Faccia vedere come si può risollevare la lirica, il teatro, il ballo e più in generale lo spettacolo areniano; prenda il posto delle “incompetenze” che negli anni si sono rese responsabili del disfacimento dei conti e delle maestranze”.