Consigliere riceve la scheda sbagliata elezioni provinciali da rifare a …

Consigliere riceve la scheda sbagliata elezioni provinciali da rifare a …

IL CASO

Consigliere riceve la scheda sbagliata
elezioni provinciali da rifare a Verona

Gli stata consegnata quella riservata ai comuni pi piccoli. Gli elettori di 12 comuni tornano alle urne domenica prossima

VERONA Elezioni provinciali da rifare a Verona, almeno in parte. All’origine del pasticcio che si verificato nella sede della Provincia di via delle Franceschine ci sarebbe un errore umano: a un consigliere del Comune di Verona sarebbe stata consegnata per votare non la scheda gialla, il colore dei comuni con pi di 250mila abitanti, ma quella grigia, che contraddistingue i comuni nella fascia da 5mila a 10mila abitanti. Per le provinciali ci sono sei schede di colore diverso, che vengono conteggiate con un peso proporzionale alla popolazione dei vari comuni.

Il voto di un consigliere del Comune di Verona pesa fino a dieci volte quello di un piccolo comune. Cos gi ieri sera, al momento del conteggio, ci si accorti che i conti non tornavano. I rappresentanti di lista delle tre liste in campo (Centrodestra Verona, Insieme per Verona, Verona Scaligera) hanno chiesto di sigillare le urne e congelare lo spoglio. Hanno poi fatto richiesta al presidente Pastorello di tenere nuove elezioni, limitatamente al Comune di Verona e ai comuni che hanno votato con scheda grigia nel seggio 1 (quello coinvolto dall’errore), ovvero Albaredo d’Adige, Cavaion Veronese, Gazzo Veronese, Illasi, Oppeano, Peschiera del Garda, San Giovanni Ilarione, Vigasio, Villa Bartolomea.

Il presidente della Provincia Pastorello ha stabilito che Il rinnovo parziale delle operazioni di voto si terr domenica prossima, sempre dalle 8 alle 20, limitatamente a 12 Comuni, per un corpo elettorale totale di 140 elettori.