Cimitero verticale. PD: "Ennesimo buco nell’acqua dell …

Cimitero verticale. PD: "Ennesimo buco nell’acqua dell …

L’archiviazione della pratica di cimitero verticale comunicata dal sindaco al presidente della Quinta Circoscrizone rappresenta l’ennesimo buco nell’acqua di questa amministrazione che per mesi, tra lo scontento popolare, ha trascinato la città all’inseguimento di un progetto inutile, di cattivo gusto e irrealizzabile, respinto prima dai cittadini di San Michele e ora anche da quelli della Quinta Circoscrizione”.

Questa la reazione dei consiglieri comunali del PD veronese Michele Bertucco e Luigi Ugoli alla notizia che il cimitero da 35 piani prima costruito e poi gestito dai privati non sarà realizzato. Un progetto che non ha mai stato fortemente sostenuto dalla popolazione e anche alcune forze politiche lo hanno osteggiato tra manifestazioni e raccolte firme. Il sindaco Tosi lo ha difeso fino a quando non ha dovuto fare marcia indietro, vuoi per la pressione dei contrari e vuoi anche per un quadro normativo poco chiaro, dove non si capisce bene se sia possibile creare un cimitero privato

Quindi il progetto è stato messo da parte e Bertucco e Ugoli commentano: “Come avevamo detto fin dall’inizio, ma come soltanto adesso il sindaco è disposto ad ammettere, la proposta è priva di qualsiasi presupposto legislativo ed urbanistico, i cimiteri privati non sono previsti. Questo flop si aggiunge al flop dell’inceneritore e allo stallo del filobus. Alla debacle completa manca soltanto la pietra tombale sul progetto del traforo, anch’essa imminente”.