Badia Calavena al voto. Il sindaco Anselmi: "Potrei, ma non mi …

Badia Calavena al voto. Il sindaco Anselmi: "Potrei, ma non mi …

Approfondimenti
  • Affi al voto. Roberto Bonometti cerca una riconferma per il terzo mandato

    Affi al voto. Roberto Bonometti cerca una riconferma per il terzo mandato

    23 marzo 2016

  • Dopo il primo mandato di Davide Pagangriso, si vota nel Comune di Belfiore

    Dopo il primo mandato di Davide Pagangriso, si vota nel Comune di Belfiore

    22 marzo 2016

  • Nel 2011 si sapeva che il sindaco di Badia Calavena sarebbe stato un Anselmi, o Ermanno o Alessandro. Solamente un caso di omonimia, i contendenti non sono parenti. Una corsa a due, che alla fine ha premiato il sindaco uscente Ermanno e la sua lista civica “Verso il futuro”. Ora, dopo il suo secondo mandato Ermanno Anselmi avrebbe potuto anche ricandidarsi, come prevede la legge per i Comuni sotto i 3.000 abitanti, ma al sito internet www.guidaalvoto.it ha confermato la sua scelta di non tornare in corsa: “Ho deciso di farmi da parte per fare posto ad una nuova classe dirigente. Questa scelta l’ho presa con la consapevolezza di poter contare su un gruppo di amministratori capaci e coscienziosi, che porteranno avanti i progetti messi in cantiere e che lavoreranno per lo sviluppo del territorio”.

    BADIA-CALAVENA-Voto-2011-2

    Confida dunque nella continuità, Ermanno Anselmi, la stessa molla che lo aveva portato a ricandidarsi cinque anni fa per “portare a termine alcune opere progettate e avviate durante il mio primo mandato da sindaco, come il Centro Val d’Illasi, una struttura finalizzata all’attivazione di servizi a tutela delle fasce deboli. Si tratta di un’opera che ha avuto un grande impatto sullo sviluppo del territorio. Sono riuscito a portare a termine quanto promesso alla cittadinanza in un clima costruttivo instaurato all’interno del mio gruppo, con tutte le forze politiche e anche con tutta la cittadinanza, che è stata sempre molto partecipe alla vita politica locale. Considero positivo il fatto di poter lasciare in eredità un programma di sviluppo del territorio già ben avviato e i conti del Comune in perfetta salute“. Conti in ordine nonostante la sofferenza per “la riduzione delle risorse a disposizione dei Comuni – ha concluso Anselmi – Un altro aspetto negativo è quello legato alla burocrazia, che ha portato a dilatare in modo esponenziale i tempi d’azione. Questo ha rallentato in modo incredibile tutti i progetti di sviluppo del territorio. Infine c’è un clima d’incertezza generale che aleggia sull’Italia. Troppo spesso si parla del “sesso degli angeli” senza riuscire ad arrivare a soluzioni pratiche ai problemi reali”.

    BADIA-CALAVENA-Affluenza-2

    Presto dunque Badia Calavena avrà un nuovo sindaco e guardando i dati sull’affluenza forniti da www.guidaalvoto.it si nota come i cittadini nella storia recente abbiano fatto registrare una grande partecipazione alle urne. Ottimi, in generale, i dati delle politiche, con il grande exploit del 2006, quando l’affluenza ha superato il 90 per cento. Sopra la media provinciale anche i numeri relativi alle regionali mentre gli elettori sembrano non apprezzare le europee.