arresti e indagini a Diretta Verona

arresti e indagini a Diretta Verona

Non poteva che essere il “furto del secolo“ l’argomento scelto per l’approfondimento di questa settimana a «Diretta Verona», la trasmissione condotta da Mario Puliero in onda su Telearena. Dopo gli ultimi sviluppi delle indagini, che hanno portato nei giorni scorsi all’arresto di 12 componenti della banda italo-moldava responsabile della sottrazione dei 17 capolavori, si sono affrontati infatti gli interrogativi ancora aperti.

Alla puntata, intitolata non a caso «Restituiteci i capolavori», sono stati invitati il sindaco Flavio Tosi, Pietro Oresta, comandante provinciale dei carabinieri di Verona, il critico d’arte Francesco Butturini, Alessandra Vaccari, giornalista de L’Arena. Commentatori della puntata sono il giornalista Alfredo Meocci e il direttore de L’Arena Maurizio Cattaneo.

La puntata si è aperta con l’intervento dell’ambasciatrice della repubblica Moldova in Italia, Stela Stingaci: “Spero che i veronesi non associno tutti i moldavi che vivono e lavorano qui a dei delinquenti”. Ma Tosi la rassicura. 

Dopo l’arresto di 12 componenti della banda, il pensiero va ai capolavori, non ancora recuperati. ll comandante dei Carabinieri Oresta conferma “l’ottimismo riguardo alla possibilità di ritrovare i quadri”. Per Francesco Butturini “chi ha rubato non sapeva cosa stava portando via, perché ha preso alcuni quadri che valevano pochissimo, mentre ne ha lasciati di preziosissimi”.

Interviene il giornalista Alfredo Meocci: “Un plauso alle forze dell’ordine, ma questa vicenda serva a rivedere l’apparato di sicurezza del museo e l’assicurazione delle opere”. E rincara il direttore de L’Arena Maurizio Cattaneo: “Non è accettabile che un’unica guardia abbia in mano la sicurezza di un museo”. 

Risponde il sindaco: Il sindaco Tosi: “Normalmente c’erano sette-otto dipendenti comunali presenti nel museo. La “talpa” sceglie quella sera perché era solo. E la “talpa” infedele è imponderabile. Il premio dell’assicurazione era troppo basso? E’ perché si calcola in base alla probabilità di rapina a mano armata, che in un museo è un’evenualità rarissima”.

In chiusura, immancabile una domanda al sindaco Tosi sull’annuncio di una sua possibile candidatura a sindaco di Roma. “Alcuni amici romani me l’hanno chiesto: perché ai cittadini romani sta a cuore che chi si candida sappia gestire la città. Ma è stata una richiesta inaspettata, devo pensarci”.

Cambio di “parterre” per la chiusura della trasmissione, dedicata al ruolo delle donne in politica. Lo spunto? Le polemiche seguite alla decisione di Giorgia Meloni di candidarsi a sindaco di Roma nonostante la gravidanza. Protagonisti Elena Traverso (Forza Italia), membro della commissione pari opportunità della Regione, Elisa La Paglia (Pd), consigliere comunale; Giovanna Negro (Il Veneto del Fare), consiglere regionale; Ciro Maschio, segretario veneto di Fratelli d’Italia.