Amt, martedì si riunisce il Cda. PD: "Ai tosiani, il filobus non …

Amt, martedì si riunisce il Cda. PD: "Ai tosiani, il filobus non …

Non sarebbe facile in condizioni normali, figuriamoci in mezzo ad una grande polemica politica. Il presidente di Amt Stefano Ederle è nell’occhio del ciclone, convoca Consigli di amministrazione che saltano per mancanza di numero legale e deve presentare il progetto esecutivo del filobus entro metà settembre.

Il prossimo Cda si dovrebbe tenere martedì 23 agosto. In quell’occasione Ederle proverà a chiudere il caso Amt, chiedendo a tutti di remare nella stessa direzione, quella che porta alla fine delle procedure necessarie per far partire i lavori del filobus. 

Il PD è però convinto che non tutti abbiamo questa intenzione. “L’atteggiamento da scolaretti insolenti assunto da certi consiglieri di maggioranza Amt rimarca una volta di più il bassissimo livello di serietà e di professionalità in cui è sprofondato il consiglio di amministrazione Amt, azienda incaricata di seguire la progettazione del filobus”, ha scritto il capogruppo Michele Bertucco, criticando i tosiani del Cda che hanno disertato l’ultima riunione.

Sul fronte dei tosiani è ormai chiaro che del filobus non interessa più nulla e che gli unici obiettivi politici rimangono la cacciata del direttore Voi e del presidente Ederle – continua Bertucco – Su quest’ultimo il sindaco avrebbe peraltro pieni poteri di scelta solo che non intende esercitarli, vuoi per mancanza di alternative a pochi mesi dalle elezioni, vuoi per la sua atavica riluttanza ad assumersi qualsivoglia responsabilità politica. Il problema vero, che continuiamo a ripetere inascoltati da mesi, è che a distanza di quasi 10 anni dalla scelta di realizzare il filobus l’unico progetto valido e disponibile resta ancora quello della vecchia tranvia di Zanotto. Di questo passo si rischia di perdere il finanziamento statale visto che il Cipe ha richiesto di vedere il progetto quanto prima”.