Amministrative 2017, il PD lancia la sfida. "Nessuna alleanza con Tosi"

Amministrative 2017, il PD lancia la sfida. "Nessuna alleanza con Tosi"

“Non esiste e non ci sarà alcun accordo tra il Partito Democratico e Tosi”.

L’ex PD Michele Bertucco non ci crederà, ma i vertici del PD locale lo hanno ribadito anche ieri, 23 gennaio, lanciando la sfida alle prossime elezioni amministrave di Verona. La segretaria comunale Orietta Salemi e il segretario provinciale Alessio Albertini hanno aperto le porte del PD a tutte quelle forze che si vogliono confrontare sui problemi della città, per risolverli attraverso una proposta coraggiosa e responsabile e che raccolga consensi sia nell’elettorato di sinistra e sia in quello più moderato.

“Il Partito Democratico – scrivono i due segretari – inizia a mettere sul tavolo della discussione pubblica le proposte per la città elaborate negli ultimi mesi di lavoro. Siamo animati da grande convinzione e determinazione, sappiamo che la sfida sarà difficile, ma ci sentiamo forti del lavoro svolto in questi anni e delle nostre proposte. Siamo pronti a dare il contributo al governo della Verona di domani”.

La richiesta è dunque quella di concentrarsi sul programma e non sulle alleanze. “Il Partito Democratico chiama a raccolta tutti i veronesi che vogliono immaginare un futuro diverso per la città, lasciandosi alle spalle un tempo di assenze strategiche e una politica che ha perso passione e prospettive – continuano Salemi e Albertini – Il Partito Democratico si mette al servizio, disponibile ad aggregare sia le forze della sinistra aperta e progressista, capace di condividere il medesimo obiettivo di governo, sia tutte le energie del mondo cattolico, civico, associativo, a comune sostegno di un candidato che sia in grado di allargare il consenso anche oltre il confine storico del centro sinistra. Per questo lanciamo un appello a tutta la città, a tutti i veronesi, di sinistra e di destra: condividiamo temi di merito, confrontiamoci sui principi e sui valori amministrativi che riscattino la città dopo anni di stanca e la restituiscano alla sua tradizione storica, ai suoi valori culturali e morali”.

Lavoro, sicurezza, sviluppo urbano equilibrato, e una gestione migliore della città e delle sue aziende pubbliche. “Queste proposte meritano di trovare una forza politica e una squadra appassionata che sia in grado di realizzarle – concludono i vertici del Partito Democratico – Il PD è pronto a fare la sua parte, con apertura e disponibilità verso tutta la città, è pronto a condividere queste proposte con i veronesi, con tutti i veronesi, per costruire tutti insieme un orizzonte nuovo per Verona”.