A Mantova è boom di cliniche dentali

A Mantova è boom di cliniche dentali

MANTOVA. «Buongiorno, è la Gazzetta di Mantova. Stiamo facendo una panoramica sulle nuove cliniche dentali nate in città negli ultimi mesi…». «Ottimo, noi siamo dei veri specialisti in panoramiche, pensi che per i nostri nuovi clienti le facciamo anche gratis. Sì, visita, preventivo e radiografia completamente gratuita».

Il primo approccio con una delle tante cattedrali del dente, quasi una decina tra città e hinterland, spuntate come funghi a Mantova nel giro di un anno (tre solo al Boma), ha quasi il sapore della battuta. E strappa un sorriso a 32 denti.

Clinica Giovanni Bona alla Favorita

Scherzi a parte su questo nuovo pianeta, garantiscono gli abitanti, si fa sul serio perché le cliniche dentali mantovane, alcune in mano ad investitori stranieri, hanno conquistato parte del mercato delle protesi e dell’implantologia, fino a ieri monopolio indiscusso dei dentisti di famiglia.

Dentix in piazza Martiri di Belfiore

Da quel giorno è nata una spietata concorrenza a suon di sconti, pagamenti rateali o con finanziamenti personalizzati fino a 60 mesi e altre promozioni varie. Fino al punto che, racconta un noto dentista mantovano, un giorno non tanto lontano sul suo cellulare è arrivata la chiamata della segretaria di uno dei colossi del dente che gli comunicava che il suo nominativo era stato selezionato per una visita con radiografia panoramica gratuita. Che è come se un fornaio telefonasse al suo diretto concorrente per dirgli di passare a prendere il pane appena cotto.

Cliniche low cost? Attenzione, perché quasi tutte rifiutano questa etichetta, pur pubblicizzando un tariffario che definiscono concorrenziale rispetto ai dentisti tradizionali. Come fanno? La maggior parte spiega che facendo grossi acquisti strappa condizioni migliori ai loro fornitori e che perciò «un dente nuovo e di qualità» costa anche un 30% in meno.

Le segretarie di Dentix

Ma vediamo di “guardare in bocca” a queste nuove realtà. Chi sono e che cosa offrono? La Gazzetta è andata a fare visita ad alcune di loro.

Prima fermata, Vitaldent di viale Risorgimento aperta poco più di un anno fa. Casa madre in Spagna, in Italia il gruppo ha 115 sedi, praticamente una in ogni capoluogo di provincia. «La nostra filosofia vincente – spiega il direttore Stefano Besana – è quella che ci ha fatto nascere e crescere: vogliamo essere la clinica per l’intera famiglia. Marito, moglie, figli e nonni. Insomma chi viene da noi trova tutto e per tutte le età». Sei medici, due assistenti, con età media tra i 40 e i 50 anni. Sì, perché la prima critica che molti fanno a questi nuovi centri che hanno strappato una parte del turismo dentale diretto nei paesi dell’est europeo (a volte con vacanza annessa) è che i loro professionisti sono spesso neo-laureati e quindi con poca esperienza. «Non è il nostro caso – sottolinea Besana – i nostri medici hanno competenze e mano ferma e lo dimostrano i nostri mille pazienti nel primo anno. Ah, si ricordi di scrivere che siamo stati i primi in Europa, 25 anni fa, e che facciamo l’igiene dentale a 14 euro e 90 centesimi, praticamente regalata».

La sede di Dentix in piazza Martiri di Belfiore

Seconda tappa non può essere altro che il Boma, dove le cliniche dentali sono tre nel raggio di pochi metri quadrati.

«Il mio sorriso in primo piano» è lo slogan della clinica del dottor Giovanni Bona, odontoiatra di Torino, con all’attivo 33 sedi in Italia. Il suo gruppo è nato una trentina d’anni fa e a Mantova il 29 aprile dell’anno scorso l’insegna è stata affissa in un luogo strategico: all’interno del centro commerciale “La Favorita”, aperto dal lunedì alla domenica, orario continuato. Anche qui rifiutano l’etichetta di centro low cost, ma sottolineano che i prezzi sono più bassi rispetto ai dentisti tradizionali, almeno del 20-30% in meno. Prima visita e preventivo senza impegno, garanzia di 10 anni sugli impianti e 5 su corone e protesi di Toronto in ceramica. Il titolare opera nelle varie sedi e una-due volte al mese è a Mantova. Senza dimenticare la possibilità pagare con un finanziamento in sede senza anticipo.

La segretaria di Idea Sorriso al Boma

Uscendo dalla Favorita pochi metri più in là, in piazza Vilfredo Pareto 9, c’è Idea Sorriso del dottor Emilio Mingardi di Padova. Tredici sedi in tutta Italia (la prima sorta 20 anni fa) a Mantova il centro è nato a luglio 2015 e conta 6-7 medici. Alla reception il primo sorriso è quello della segretaria Pamela. E anche qui al bando lo spot low cost, perché se anni fa lo slogan sembrava vincente – dicono quasi tutti – oggi il potenziale cliente rischia di associarlo a prestazioni a basso costo e quindi di scarsa qualità. Sul sito di Idea Sorriso, alla voce, prezzi, si legge anche “impianti in titanio da 33 euro al mese”. Il terzo centro al Boma è Dentalcoop in via Renzo Zanellini, mentre ai Quattroventi all’interno del centro commerciale si può trovare Dentalpro.

Clinica Giovanni Bona alla Favorita

Tornando verso il centro città, s’incrocia Dentix, tre mesi di vita, l’ultima nata a Mantova. Il gruppo, con sede principale a Madrid e capitale al 100% spagnolo, ha scelto una sede prestigiosa: il palazzo che un tempo ospitava la Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Martiri di Belfiore. Più di 180 sedi di proprietà (non in franchising) in tutto il mondo (10 in Italia), Dentix si fregia di essere tra i più grandi in Europa e forse anche al mondo. Aperta dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20, a Mantova ha una ventina di operatori tra medici e paramedici. Punto di forza? «Non siamo in franchising e non abbiamo intermediari, tutte le nostre cliniche sono di proprietà. Tariffe basse con prestazioni e prodotti di qualità grazie alle nostre dimensioni che ci consentono di sfruttare le economie di scala. Inoltre i nostri centri sono tutti posizionati in pieno centro».

Altre tre cliniche anche a San Giorgio, Oralcoop, con sede legale in provincia di Verona, Dooc in Largo Pradella, con sede in Spagna, e Dental Design a Borgochiesanuova.